Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


sabato 2 febbraio 2008

La muraglia della cina

















La cina è veramente uno grande stato, le sue meraviglie sono infinite, vederle da vicino, descriverle non è facile, solo vederle con i propri occhi si può toccare con mano questi tratti di storia.

Ora vi lascio, e vado a cuccia, buona notte a tutta l'isola che c'è.

11 commenti:

riri ha detto...

Caro Tomaso,la Cina è indubbiamente bella,ma,storicamente la cucina di noi femmine napoletane è insuperabile.Stasera si sono tutti leccati i baffi,anche il cagnolino,che era in compagnia di una barboncina...non dico altro,mi fermo qui.....
Buona notte caro amico :-))

Tomaso ha detto...

Di sicuro che se si va in cina si deve dimenticare la nostra cucina,
io sono sopravvissuto mangiando solo riso, tutto il resto che ho veduto, e meglio che non dica niente,
per mangiare bene non bisogna mai andare via dalla nostra bella Italia.

Buona notte anche a te,

nonsoloattimi ha detto...

e il pane...??? dove lo mettiamo il pane di Napoli, il pane cafone cotto al forno ...uhmmm...il pane è uno dei piaceri a cui non rinuncerei... gli altri... seguo il consiglio di riri... mi fermo qui!!!
Buonanotte ragazzi!
Tomaso un bacio affettuoso.

Tomaso ha detto...

Io ora vi posso dire
buona domenica mie care,
un forte abbraccio,

riri ha detto...

Ciao Tomaso,buona domenica a te e famiglia,cosa fai di bello oggi?
Un sorriso

Nicola ha detto...

Ciao amici,godetevi questo giorno,fino in fondo.

traccedinchiostro ha detto...

a me è sempre piaciuto mangiare le specialità dei paesi che ho avuto la fortuna di visitare e mi sono sempre trovata moooolto bene

parecchi anni fa in grecia il cuoco dell'hotel per farci ''un regalo'' cucinò per noi italiani un bel piatto di spaghetti al ragù
signurrrrrrrrrrrrrr!!! una roba schifosissima tutta colla meglio molto meglio la cucina greca degli spaghetti :-D

Belle foto Tommaso e bellissimi posti :-)

Tomaso ha detto...

La Rosy mi chiede cosa farò oggi!
vedi oggi ho dovuto sacrificare i post delle foto di mio figlio,
motivazione alle ore 9,00 prima convocazione 9,30 seconda, siccome
sono del direttivo
dell'associazione degli alpini di Zurigo oggi assemblea generale per il rinnovo del direttivo, sai quando inizia, ma non sai quando termina, una vera battaglia per convincere i soci, che bisogna partecipare per poter rinnovare, se vigliamo che questa associazione sopravviva, siamo ormai tutti vecchi non c'è giovani che si iscrivano, l'imigrazione degli italiani e da tanto tempo finita, per far sopravvivere questi gruppi degli alpini, diventa una cosa direi quasi impossibile, quei pochi che siamo non ci arrendiamo fino all ultimo alpino che sarà a Zurigo,

Buona giornata ha tutti/e.

riri ha detto...

Cara Lella è sempre difficile gustare i piatti di altri popoli,io sono abbastanza curiosa,quindi lo faccio sempre,ma forse è meglio,come tu dici,limitarsi alle specialità locali.In alcuni posti non sanno proprio cucinare la pasta(io ne sono ghiottissima),bisogna sempre cercare un ristorantino con qualche italiano...tanto ormai,siamo dappertutto.
Brrrr!!!!!gli spaghi scotti!!!Mi vengono i brividi.
Un sorriso

riri ha detto...

Ciao Claudia,il pane cafone,ricordo ancora una cascina,dove andavamo a prenderlo la domenica,c'era anche il pane nero:una favola! Un bacio.


Caro Tomaso,le riunioni sono pesanti,specialmente quando bisogna decidere e ci sono troppi pensieri diversi,però l'Associazione degli Alpini ha un grande fascino per me,penso che debba vivere...per non dimenticare.
I migliori auguri :-)

traccedinchiostro ha detto...

Tommaso, quando ci fu l'alluvione da me i primi ad arrivare e gli ultimi a partire furono gli Alpini, la mia città è e sarà sempe riconoscente per il loro lavoro e per la loro solidarietà
umana e concreta
:-)
Coraggio dai ce la farai a mantenere viva l'Associazione, siete davvero speciali!