Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


lunedì 11 febbraio 2008

Basta!!!

si...basta, ora le parole non servono più... mi sento umiliata, ieri al tg regionale ho visto uno scena che mi ha fatto star male... un bambino che per poter entrare nel cancello della scuola ha dovuto scavalcare una montagna di rifiuti che bloccavano il passaggio, è inciampato, è caduto... orribile!!!
Sabato, in treno, appena i miei "compagni" di viaggio hanno saputo che sono di Napoli hanno cominciato a fare dei discorsi ironici sulla città e sulle nostre condizioni... ho provato vergogna!!!
Le strade sono impraticabili non oso pensare cosa accadrà appena comincerà a fare più caldo!!!
Scusatemi lo sfogo amici ma mi sento avvilita....

5 commenti:

riri ha detto...

Cara Claudia,sono arcistufa,come te,le cose che tu dici mi colpiscono profondamente,penso soprattutto al ceto sociale più debole,che in queste condizioni,vivrà ancora peggio.Non preoccuparti della gente,nè vergognarti di essere Napoletana;la gente legge i giornali,la tv,e solo parte di quello che viene detto,purtroppo,è vero!I napoletani non sono tutti uguali,c'è ancora chi spera nella "ciorta",come dice Pino Danieli",ma,quelli che hanno sempre lavorato tutta la vita,la maggior parte,quelli che non vivono di assistenza,la maggior parte,quelli (cioè noi) possono cambiare lo stato attuale.Il nostro presidente della repubblica è Napolitano e napoletano (ma è passato da Napoli prima di Natale),si è rammaricato,poi è andato in vacanza a Capri!!Sicuramente tenuta + pulita!!E' ora di cambiare veramente le cose,scendere tutti in piazza,i napoletani nel mondo,farsi anche un auto esame,e ribellarsi contro il sistema vigente,i miliardi sciupati,per un problema che sembra non trovi soluzioni.BASTA!!!!E' ora che si fa un pò da sè,con l'aiuto di chi è ancora "pulito",di quella parte migliore e signorile di Napoli,che NON DEVE PERMETTERE CHE L'IMMONDIZIA ARRIVI FINO AL VESUVIO!!!!

Nicola ha detto...

Quello che sta succedendo a Napoli è un vero dramma per chi ci vive,alcune persone che conosco stanno facendo di tutto per trasferirsi in altre località,soprattutto quelle coppie che hanno dei bambini,per poter dar loro un futuro accettabile.
Mi auguro che noi italiani sapremo estirpare le radici marce di questo Paese.

Tomaso ha detto...

A parte le verità più o mene vere, poi mettiamo le verità nascoste, io penso molto a quei napoletani che debbano subire gli errori, diciamo imbrogli degli altri, sono quei napoletani, quelli che sono costretti solo subire, spero per quelli che un domani finisca questa drammatica odissea,

ReverendoIanHash^_^ ha detto...

Già immagino cosa si senta in questi casi...che dire...da noi volgarmente si dice....Stringi il culo e vai avanti....tradotto...nn far passare queste cose dentro di tè ma cerca di farle rimbarlzare...nn è facile e il fatto che ne scrivi dimostra la cosa....

traccedinchiostro ha detto...

No Claudia non devi sentirti umigliata tu, se mai dovrebbero sentirsi idioti i tuoi compagni di viaggio !
Se solo pensassero che ogni famiglia napoletana paga al pari del resto d'Italia la tassa sull'immondizia e non riceve un servizio anzi è costretta a vivere in una situazione assurda, anzichè fare battute idiote avrebbero dovuto almeno esprimere un minimo di solidarietà se non di incazzatura feroce ( ma onestamente avrei apprezzato di più l'incazzatura feroce ! )