Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


martedì 30 ottobre 2007

Willkommen beim Wiener Riesenrad

Willkommen beim Wiener Riesenrad

8 commenti:

Tomaso ha detto...

Carissimi tutti del nostro blog
Ho voluto questo simbolo della ruota
per dare un mio giudizio della vita.
Ognuno di noi abbiamo inizio nella vita siamo stati procreati dai nostri genitori, loro ci assicurano di attaccarci ben solidamente nella ruota
ci aggrappiamo mentre la ruota inesorabilmente gira senza fermasti mai parecchi non ce la fanno e
scivolano la stretta diventa sempre più dura, a un certo punto non siamo più in salita siamo sopra e crediamo di essere arrivati dove da sopra puoi tutto fare e vedere,
e la ruota inesorabilmente gira
illusione di essere arrivati dura poco ora stai scendendo la tenuta diventa molto più difficile, le difficoltà nascono giorno per giorno la discesa sempre più insidiosa senza quasi accorgerti che sie arrivato e devi scendere
per lasciare il posto a un'altro che sta aspettando.

Tomaso ha detto...

Prima che qualcuno faccia dei commenti chiedo scusa se le mie elementari espressioni avranno un Po contorto la storia della vita

Mutthleys ha detto...

Buon giorno Tommaso
non ti preoccupare, sei stato chiarissimo, poi sai che su quella ruota ci sono stato? se guardiamo l'aspetto solo fisico non dice nulla, ma in realtà è un emozione immensa salirci sopra!
è il simbolo della vita stessa! grazie Tommaso

Tomaso ha detto...

Caro Luca sei il primo che ai notato questa mia espressione ai detto bene e proprio il simbolo che questa ruota rappresenta la vita e ognuno di noi ci saliamo ce chi la vive senza trami e chi invece deve usare di tutto per restare aggrappato alla ruota fino alla fine del giro.

Il guardiano del faro ha detto...

Caro Tomaso, tutti sappiamo che ormai ti esprimi prevalentemente in Tedesco ed è naturale che abbia perduto dimestichezza con la tua lingua originaria; solo i rompiballe fanno finta di ignorarlo.
La tua storia è molto istruttiva, metafora della vita umana e monito per coloro che credono di essere immortali.

Mutthleys ha detto...

Bravo Nigel, il cuore non ha lingua!
La purezza del cuore di Tommaso disinttera le parole scritte in una lingua che non si comprende. Il prater, il nostro sindaco ha mostrato un luogo dove posso dire che io ero veramente felice. Lì se guardate bene, vi è un piccolo brandello di mia felicità. Quel luogo per me rappresenta la felicità quei piccoli momenti che Nicola ha descritto nel post prima di questo. Vienna....il mio sogno....forse la mia felicità.

traccedinchiostro ha detto...

Caro Tommaso, a dire la verità ci sono tanti italiani che vivono in Italia e non sanno spiaccicare due parle di seguito senza errori perciò è merito senza dubbio tuo di aver continuato a parlare la tua lingua d'origine No si fa alcuna fatica a comprenderti
E' vero, la ruota gira inesorabilmente ma è proprio questo il senso della vita, viverla attimo dopo attimo nelle difficoltà e nelle gioie e non rischiare mai di perdersi cercando l tempo passato e non vivendo quello futuro
grazie a te per questa tua importante riflessione
lella

Tomaso ha detto...

Non avrei mai immaginato che persone che ho avuto il grande piacere di aver conosciuto sa anche virtualmente
vi avessero dato una linfa sconosciuta che sento che continuerà
fino quando le mie capacità di seguirvi ranno in me.

A tutti un forte abbraccio