Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


sabato 12 aprile 2008

BUONGIORNO

Stamattina mi sono svegliato più presto del solito e guardando cosa succede fuori dalla mia abitazione ho constatato che continua a piovere. Il giorno in cui sono nato diluviava e mi hanno sempre raccontato che la pioggia porta bene per un nascituro,quindi dovrei ritenermi un uomo molto fortunato,stranamente stamattina mi sento più nervoso del solito, forse per il timore che dopo queste votazioni le cose non cambieranno come vorrei. Spero in un futuro migliore,soprattutto per coloro che vivono un disagio,per gli emarginati,per i pensionati,per quelli che non arrivano a fine mese,per i disoccupati ecc. ed anche (in modo particolare) per il futuro dell'ambiente che è legato alla sopravvivenza dell'uomo!!!


Ciao a tutti.

9 commenti:

stella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
stella ha detto...

Caro Nicola,condivido con te che la pioggia e soprattutto i mali sociali e ambientali rendono la vita amara! Comunque su con il morale, il Blog ci aiuta.
Un bacio Stella

Frida ha detto...

Caro Nicola, la pioggia a me piace tanto..A volte, mi mette malinconia, ma..sempre, tanta dolcezza.:-)..Mi "scolgo" con le goccioline d'acqua..:-)
Ti auguro una buona giornata (qui è velata, il sole va e viene, ma c'è abbastanza caldo)
Un bacio
Frida

riri ha detto...

Nascere in un giorno di pioggia è sicuramente un buon auspicio, (è successo anche a me),quindi,anche se non ti conosco a fondo,ritengo che tu debba senz'altro ritenerti un uomo molto fortunato!La vita tempra,aiuta a crescere,io personalmente spero che il futuro sia migliore,penso che tutti dobbiamo fare la nostra parte perchè questo avvenga.
Se stasera dovessi scegliere con chi trascorrere la mia serata,sicuramente sceglierei te.
Mi piacerebbe molto approfondire la tua conoscenza........

nonsoloattimi ha detto...

@Nicola
io, come Frida, amo moltissimo la pioggia, mi riempie di energia, e poi, vuoi mettere, una serata d'inverno, accanto ad un caminetto, mentre fuori c'è un temporale?
un bacio Claudia

@riri
un bacio, buon fine settimana ;)

sono un musicista ha detto...

Ciao Nicola,anch'io come te spero in un futuro migliore,e questo indipendentemente dall'esito del voto!
Ricordo un canzone che canta don Backy che inizia così : Se la pioggia ci bagna,il sole ci scalda...sta a noi proteggere questo mondo che ci ospita!
Ti abbraccio

salvo ha detto...

Ciao Nicola, il solo fatto che ti poni degi interogatici sul dopo elezioni, sugli emarginati, pensionati ecc. dimostra che fai parte di quella percentuale piccolissima che ancora pensa.
Ti mando delle riflessini che avevo scritto tempo fa, ma che sono sempre attuali:

E POSSIBILE ESSERE SE STESSI?

Immersi in una realtà complessa e contraddittoria che si scontra con la complessità e le contraddizioni dell'io
La semplicità, l'umiltà, la sincerità sono valori sempre più rari, si è sospinti ad assumere atteggiamenti che non rispecchiano il vero essere dell'individuo.
Quindi dimostrarsi sicuri quando mille dubbi ci rodano, essere allegri quando vorremmo urlare dalla disperazione.
L'ipocrisia è il valore negativo che domina tutti.
Come uscire da questa situazione? Come rompere l'andazzo esistente che sempre di più fa chiudere gli individui in se stessi?
Penso che ci sia bisogno di più fiducia negli altri, lo so non è facile, molto spesso la nostra fiducia viene tradita ma per un tradimento subito non possiamo generalizzare e dire che non abbiamo più fiducia in nessuno, sarebbe questa una posizione molto negativa.
Cosa mi aspetto io dagli altri? cosa si aspettano gli altri da me? Partire da questa domanda per darci una risposta.
Una risposta potrebbe essere: accettare gli altri cosi come sono con i loro pregi e i loro difetti, riuscire ad entrare nelle sofferenze e nelle gioie degli altri senza dare giudizi.
La paura dei giudizi. Ci porta all’isolamento, a non esprimerci, a chiuderci in noi stessi e sentire gli altri sempre ostili.
Il rispetto delle persone è fondamentale, siano esse laureate o analfabete, ricche o povere, vestite bene o vestite male.
Queste risposte sembrano banali e assodate, ma purtroppo cosi non è.
Ogni persona ha un suo mondo interiore specifico, fatto di sogni, delusioni, aspettative non realizzate, ma tutte queste persone hanno in comune il desiderio di essere rispettate per quello che sono.

LE PAROLE

Le parole nascono, crescono, si trasformano,
volano nel tempo e fanno capire ciò che è oscuro.
Possono fare gioire, possono ferirci ma senza
Le parole non potremmo capirci.
La conoscenza del mondo,
la conoscenza dell'uomo,
la conoscenza universale non sarebbe
possibile senza le parole.

Ciao Salvo

stella ha detto...

Nicola,c'e' il sole.
"Sursum corda" = In alto i Cuori!

Nicola ha detto...

Ringrazio tutti per i commenti :-)
Vi auguro una buona serata .