Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


giovedì 5 giugno 2008

IL PRINCIPE COMUNE 11a parte

Sara, da parte sua, era uscita dalla vita di Whilly, ma le sembrava che una parte di sé fosse rimasta lì, sentiva dentro un vuoto terribile, non aveva mai provato nulla di simile, nemmeno a sedici anni, quando si era innamorata (così le sembrava) disperatamente di Alessandro, per poi scoprire che era cotto di Fulvia. A lei andava sempre così, quando le piaceva un ragazzo scopriva che stava già con un’altra. Quello che provava adesso era ben diverso, era quasi un dolore fisico. Lui l’aveva colpita profondamente, con quella sua tristezza, quella sua compostezza, quel suo naturale stile di uomo vissuto, di uomo di successo. Perché non gli aveva lasciato il suo numero di telefono? In fondo avrebbero potuto rivedersi e chissà, poi…poi cosa? Lei doveva tenere i piedi ben piantati in terra, lei non poteva permettersi illusioni, non avrebbe permesso alla sua fantasia galoppante di pensare di aver trovato veramente, nel vero senso della parola, il suo principe azzurro! Quel giorno non era andata a scuola, voleva rimanere a casa a pensare, a gustare ancora quel sogno di fanciulla, in fondo non faceva del male a nessuno, erano solo sue fantasie. No, doveva al più presto dimenticare, non era per lei, lui era troppo distante, li separavano due mondi opposti, c’era un grosso limite anche al sogno, come se di mezzo ci fosse un abisso. Eppure non riusciva a dimenticarlo, lottava con tutte le sue forze, per scacciare l’immagine di lui, così serio, così triste, che gli chiedeva di rivederla. E se fosse stato sincero? E se lei con la sua testardaggine avesse perso qualcosa di prezioso di raro, che non avrebbe potuto ritrovare mai più? Sarebbe stato sempre un grosso dubbio; col tempo, forse, avrebbe dimenticato, ma dimenticato cosa? Tra loro non c’era stato niente, solo qualche sguardo ed una stretta di mano. No, non doveva pensarci più! Squillò il telefono e si precipitò a rispondere, a metà squillo, come se aspettasse la sua telefonata, pur sapendo che era impossibile! Lui, in quel momento, chissà dov’era e com’era lontano! - Pronto - sì, era la sua voce - ciao Sara, sono Whilly, vuoi venire a prendere un gelato con me? Sono a pochi metri da casa tua – Non rispose, rimase ammutolita, paralizzata ed abbassò la cornetta. No, si disse, me lo sono inventato io, è frutto della mia immaginazione, non può essere lui, perché è già lontano. Il telefono riprese a squillare, questa volta non rispose subito, sentì solo sua madre che le diceva - Sara, vuoi per favore rispondere? Tanto saranno i tuoi amici.

8 commenti:

Tony Pannone ha detto...

Riri grazie per il tuo intervento, sul pensiero sei un CORSARO coreaceo e affidabile non disdire il mio giudizio è quello che sento e provo per te. Sai quando dare una sberla e quando una carezza grazie Rosy. a presto.

Frida ha detto...

Ciao Rosy, passo solo per salutarti e..darti una buona notte..vista l'ora! :-)
Ti ho inviato una mail, spero ti arrivi..Ho l'impressione di avere di nuovo problemi con la casella di posta..
A presto
Frida

riri ha detto...

Ciao Tony,buona giornata,grazie a te per le gradite visite.Anche tu sei una persona simpatica e genuina.Un sorriso :-)


Ciao Frida,grazie del pensiero gentile che hai sempre nei miei confronti,sì,la mail l'ho ricevuta e ti ho anche risposto.
Ti auguro una serena giornata con un sorriso :-))

riri ha detto...

Cara Frida,la tua mail l'ho ricevuta,ma la mia risposta è tornata indietro,quindi hai ragione,forse hai la casella piena.
Un abbraccio e fammi sapere quando la svuoti chè te la rinvio.
Un abbraccio.

traccedinchiostro ha detto...

hai una bella penna rosy è piacevole leggerti
buona giornata

Tony Pannone ha detto...

Grazie sei ufficialmente un Corsaro del pensiero benevolo...ricorda non hai vinto niente, ma ti sei impegnata a rispettare in modo coerente, attaegiamenti rispettosi, ordinati, linguaggio pulito ed altro che man mano vi terro' costantemente informati. Tranquilla non è un obbligo, mantenere certi attegiamenti e filosofia di vita, ma se si è coerenti serve per creare un mondo migliore.......

riri ha detto...

Ciao Lella,grazie,detto da te vale doppiamente.Buona serata


Ciao Tony,grazie per le gentili parole che hai nei miei confronti,forse ti deluderò con il seguito :-)
Non ho vinto niente? Mi dispiace un pò...E' un periodo in cui sono talmente presa dal piccolo Gabriele che non chiedo più niente...:-)))
Buona serata

Nicola ha detto...

Buona serata a tutti:-)