Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


mercoledì 25 marzo 2009

BIRMANIA

Cari amici,
I pacifici attivisti birmani a favore della democrazia si stanno appellando al Segretario Generale dell'ONU Ban Ki Moon per assicurare il rilascio dei prigionieri politici. Appoggiali -
Firma la petizione


Il leader democratico birmano e vincitore del Premio Nobel per la Pace, Aung San Suu Kyi, ha trascorso gli ultimi 13 anni detenuta dalla giunta militare birmana. Lei e migliaia di monaci e studenti sono stati imprigionati per aver sfidato coraggiosamente il loro regime brutale con appelli alla democrazia. Questa settimana un barlume di speranza si è acceso per il loro rilascio, e per noi è tempo di appoggiarli.

Mettendo a rischio la propria incolumità parlando dei propri amici detenuti, questa settimana gli attivisti birmani hanno richiesto il rilascio di Aung San Suu Kyi e di tutti i prigionieri politici ed hanno lanciato un appello al mondo affinché li aiutasse. Dal momento che la crisi economica globale rende il flusso di aiuti più essenziale, i generali birmani stanno diventando più vulnerabili alla pressione internazionale, ma abbiamo bisogno di una valanga di firme al Segretario Generale dell'ONU Ban Ki Moon per far in modo che questa diventi una priorità assoluta. Segui il link per firmare la petizione, ed inoltra questa email per assicurare che lei ed i suoi compagni detenuti siano liberati:

http://www.avaaz.org/it/free_burma_political_prisoners

Gli organizzatori birmani hanno stabilito un obiettivo di 888,888 firme. Il numero 8 è significativo nella cultura birmana, e la giunta al potere è estremamente superstiziosa - un numero così alto e significativo può avere un'influenza speciale su di loro. Ma questo tema non compare nei titoli dei giornali, così per raggiungere i nostri numeri abbiamo bisogno di inoltrare questa email e persuadere i nostri amici ad aiuare.

Aung San Suu Kyi è il volto internazionale della lotta per la democrazia in Birmania. E' stata detenuta numerose volte a partire dal 1988. Adesso è agli arresti domiciliari e non le è permesso alcun contatto con il mondo esterno.

Ma la crescente pressione internazionale sta funzionando -- A dicembre, 112 ex presidenti e primi ministri di 50 paesi hanno inviato una lettera al Segretario Generale dell'ONU Ban Ki-moon sollecitandolo a fare pressioni per il rilascio di tutti i prigionieri politici, e 20 prigionieri politicisono stati rilasciati a febbraio dopo che una delegazione delle Nazioni Unite aveva visitato il paese.

Le fonti adesso riferiscono che il regime militare ha paura di questo appello online massiccio e unificato all'ONU --più di 160 gruppi birmani in 24 paesi stanno partecipando alla campagna. Ma è necessario che tutti noi e tutti ii nostri amici firmino la petizione per attirare l'attenzione di Ban Ki Moon. Avaaz ha già agito in precedenza per la Birmania -- possiamo farlo di nuovo. Clicca qui per fermare gli arresti e la brutalità:

http://www.avaaz.org/it/free_burma_political_prisoners

Questa è una di quelle occasioni in cui se agiamo in numero sufficiente possiamo fare veramente la differenza. Unisciti ai coraggiosi attivisti democratici birmani detnuti e nascosti ed aiuta a porre fine a questa violenta repressione.

Con speranza e solidarietà,

Alice, Ricken, Pascal, Graziela, Veronique, Iain, Paul, Luis, Paula, Brett e l'intero team Avaaz

Fonti:

http://www.adnkronos.com/IGN/Esteri/?id=3.0.3101551735

http://www.sudestasiatico.com/2009/03/13/myanmar-ong-lanciano-campagna-per-liberazione-prigionieri-politici/

http://it.peacereporter.net/articolo/14146/Myanmar,+il+regime+stringe+la+morsa

http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/340

--------------





CHI SIAMO
Avaaz.org è un'organizzazione non-profit e indipendente, che lavora con campagne di sensibilizzazione in modo che le opinioni e i valori dei popoli del mondo abbiano un impatto sulle decisioni globali. (Avaaz significa "voce" in molte lingue.) Avaaz non riceve fondi da governi o aziende ed è composta da un team internazionale di persone sparse tra Londra, Rio de Janeiro, New York, Parigi, Washington e Ginevra. +1 888 922 8229

Clicca qui per avere maggiori informazioni sulle nostre campagne.

Non dimenticare di andare a vedere le nostre pagine: Facebook, Myspace e Bebo.


Ricevi questo messaggio perché hai firmato la campagna "Stai a fianco del Tibet - Sostieni il Dalai Lama" il 2008-03-25 usando l'indirizzo ml.senofonte@yahoo.it.
Per essere sicuro di ricevere i messaggi di Avaaz aggiungi l'indirizzo avaaz@avaaz.org alla tua rubrica. Per cambiare la tua e-mail, lingua o altri dati, https://secure.avaaz.org/act/index.php?r=profile&user=bf63274fd74623ac7ed0b51c941eec2a&lang=it, oppure cancella il tuo indirizzo.

Non rispondere a questo messaggio. Per metterti in contatto con Avaaz scrivi a info@avaaz.org oppure invia una lettera al nostro ufficio di New York: 857 Broadway, 3rd floor, New York, NY 10003 U.S.A. Se incontri difficoltà tecniche vai al sito http://www.avaaz.org/it.

10 commenti:

Gabry in blog Belella ha detto...

Non so quante petizioni ho firmato per la Birmania dal 2007 in poi ma vedo che non hanno sortito nessun effetto.
Il governo di quel paese, come quello della Cina per il Tibet, non accetta nessuna interferenza straniera nei loro affari interni e nemmeno le Nnazioni Unite (ONU) e nessuna altra organizzazione umanitaria o governativa è riuscita a far cambiare nulla.
Firmerò anche questa petizione con la speranza che veramente questa volta possa succedere qualcosa....ma visto le azioni precedenti ...ho i miei dubbi.
Ma come si dice la speranza è sempre l'ultima a morire ....

Un saluto e buona serata.

Gabry in blog Belella ha detto...

E meno male che il pranzo doveva essere una cosa arrangiata con quello che si trovava in frigorifero....hahahah!!!
ma allora quando è programmato ed organizzato sarà un pranzo megagalattico......

Un abbraccio a Voi e coccole a Poker!

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiorno, non so come dirvelo, perchè forse crederete che sto scherzando ma non è uno scherzo, qui è di nuovo brutto tutto grigio e sta pure piovendo non potete immaginare le pelotas come mi girano questa mattina non ne posso veramente più, anche perchè tutti sti sbalzi repentini non fanno molto bene (all'umore e vabbè) alla mamma, che avendo l'asma certo non giovano.

Un saluto.

Gabry in blog Belella ha detto...

Mannaggia non ho visto la trasmissione, ieri sera come mi sono messa a letto mi sono addormentata ahahahh!!!
Il libro non l'ho letto, qui tempo per leggere libri non c'è ne è molto, insomma sono una frana... però ne ho sentito molto parlare e credo che il coraggio di Saviano purtroppo per lui si è tramutato in una prigione, ma è inevitabile che chi si spinge in certe direzioni è cosciente che non avrà più la stessa vita di prima. Se lo Stato avesse più rispetto per questi "eroi", sicuramente tanti altri avrebbero il coraggio che ha avuto Saviano,e la criminalità organizzata forse non sarebbe così potente...

Un saluto!

marcella candido cianchetti ha detto...

concordo con quanto scritto da gabry e aspettiamo con speranza! buona giornata

Pupottina ha detto...

ciao Riri e Nicolanondoc
la torta è buona se viene preparata con tanta tanta attenzione.... ma bisogna avere anche il tempo per prepararla... a mangiarla ci si impiega un batter d'occhio.... più buona riesce, prima finisce....
un abbraccio
ed il tuo sorriso è riuscito benissimo

♥gabrybabelle (^..^) ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

Seguo da tempo quelli di aavaz,anche nelle news che ricevo via e@mail-Tutto quello che fanno non solo è ben fatto ma è da supportare-Ho firmato la petizione,brava RiRi-Un saluto a te e a Nicola,con molta lentezza sto uscendo da un perido veramente da incubo malaticcio
gabrybabelle

Luigina ha detto...

Anch'io la penso come Gabri , riri, ma nonostante questo firmerò anche questa petizione.

Daniel ha detto...

Certo cara... è una di quelle cause che meritano molto..
Come stai?
un abbraccio
Daniel

Daniel ha detto...

Un libro??
Parlamene cara.. sono curioso..
Grazie per le tue parole, un grande abbraccio
Buona domenica Miss Riri
daniel