Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


lunedì 15 novembre 2010

LETTERA A REPUBBLICA

A: REPUBBLICA NAPOLI LETTERE E COMMENTI
PER CONOSCENZA ALL’ANM (AZIENDA NAPOLETANA MOBILITA’)

Domenica mattina, 17c.m., poco dopo le ore 11,00, sono salita nel pullman R2
targato DL923MD in piazza Garibaldi.
Dietro di me saliva un giovane nero, con uno di quei grandi sacchi celeste in cui portano la loro mercanzia , e subito dopo due controllori che gli hanno chiesto se era fornito di biglietto.
Il nero si è risentito: perché solo a lui quella domanda?, affermando tuttavia di avere il biglietto.
I due controllori non gli hanno dato il tempo di cercarlo e, strattonandolo, lo hanno costretto a scendere dal pullman.
A questo punto io, sporgendomi dalla porta centrale del pullman, ho porto al giovane nero, che stava sul marciapiede, due biglietti (benché fornita di abbonamento, ne ho sempre qualcuno in borsa per i miei nipotini), ma uno dei controllori, afferrandomi per il braccio (!!! ???) mi ha detto che non potevo farlo, perché il nero ERA STATO MALEDUCATO!!!!!!
Non sono potuta scendere dal pullman, come avrei desiderato, per far valere le mie ragioni, perché il conducente è ripartito sbattendomi le porte in faccia (non sono tanto svelta, ho 79 anni) e non ho potuto far altro che sedermi (qualcuno mi ha ceduto il posto).
COME SI E’ PERMESSO QUEL CONTROLLORE DI METTERMI LE MANI ADDOSSO E DI IMPEDIRMI DI DARE I BIGLIETTI AL NERO???
A questo punto nel pullman si sono scontrati due gruppi: chi mi dava ragione e chi ripeteva i soliti pregiudizi razziali, culminanti nella frase: Tra poco questi (cioè i neri) comandano loro in casa nostra!
Siccome io insistevo a difenderli, affermando che di fronte ai neri avevo un complesso di colpa, ricordando gli orrori e i soprusi commessi da noi italiani e dai bianchi in genere in Africa, un tale mi ha detto che se non fossi stata una donna mi avrebbe buttato dal finestrino, io gli ho dato del razzista violento e non è scoppiata una rissa perché intanto eravamo arrivati davanti al S.Carlo.
Non credo di dover aggiungere ulteriori commenti.



PUBBLICATA DA “REPUBBLICA (NAPOLI)” IL 22 OTTOBRE 2010 NELLA RUBRICA:
“LETTERE E COMMENTI- LA PAROLA AI LETTORI”
R.L.

24 commenti:

Lara ha detto...

Secondo me, è proprio di queste testimonianze di cui abbiamo bisogno ora.
Cercare di aprire gli occhi ai non vedenti è difficile, forse anche rischioso, ma dobbiamo provarci, nel nostro piccolo.
Grazie dunque!
Ciao,

pulvigiu ha detto...

Buona settimana a voi cari amici,
Qui a Verona è iniziato con vero
freddo e domani molto sicuramente
pioverà.

Ciao ciao.

marcella candido cianchetti ha detto...

da non credere,ma ahimè nelle mie ultime scese a napoli ho costatato che napoli è divenuta razzista!!! quando mai i napoletani lo sono stati? crocevia da sempre di culture, lingue usi ... buona giornata con vasilli

Gabry ha detto...

Purtroppo il razzismo anche qui da noi si sta facendo strada ed ogni giorno che passa si vedono sempre di più questi episodi di intolleranza.

Un abbraccio a tutti e buona giornata!

pierangela ha detto...

Buongiorno carissini.

laurela ha detto...

Ciao carissima Riri. Ma che brutta facenda la storia del nero. Io non sono proprio d'accordo con il razzismo, anche qui da me abitano dei neri, qualche cinese o inadiano pero' non vedo che facciano qualcosa di male. Perche' giudicare qualcuno che ha bisogno d'aiuto???? Non so il mondo e' sempre piu' cattivo e a volte chi giudica e' piu' cattivo di quello giudicato.
Un abbraccio e grazie per l'invito ma stavolta offro io la colazione, sai faccio un buon pandispania.

Pupottina ha detto...

assurda questa situazione, ma purtroppo accadono anche qui questo tipo di situazioni!

pulvigiu ha detto...

Certamente che ho letto il post,
il razzismo non è un vocabolo che conosco, io lavoro con la maggior
parte dei colleghi che sono emigranti
dall'Africa e dal sud America e sono proprio loro con la loro cultura di usanze e di religioni a dare colore in azienda che siamo circa 1500 tra operai ed impiegati e quando una volta l'anno organizzano a Verona la festa dei popoli si capire subito che su questa terra siamo tutti uguali senza distinzioni di colori.

Un salutone grande.

Ciao da Giuseppe.

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

Quoto @ Lara,"Cercare di aprire gli occhi ai non vedenti è difficile, forse anche rischioso, ma dobbiamo provarci, nel nostro piccolo"
e poi lo faccio sempre,alcune settimane fà ho fatto una grossa discussione con delle zitelle inacidite,la cosa buffa??milano centro di terroni,loro davano del terroe e avevavno l'accento pugliese(in quel caso ce l'avevano con una Rumena o comunque Slava,lei è scappata piangendo,il fatto è avvenuto su un Tram di superficie ATM) tranquilla Riri a me dopo un po man mollato,avevano capito che non avrei lasciato perdere,cosi la quastione s'è chiusa presto

Caterina ha detto...

Brutta storia. Il razzismo vive purtroppo anche nei giovani. Quando la vita sembra diventare piú difficile, il razzismo ha piú ambiente nutritivo.
Baci a buona serata

Luigina ha detto...

Caro Nicola, un episodio inqualificabile, che purtroppo da noi si ripete spesso non solo sugli autobus. In questi giorni in particolare la mia città è stata spaccata in due sulla vicenda degli immigrati sulla gru e qualcuno ha cercato di impedire ai miei concittadini di esprimere la sua solidarietà e il suo aiuto a questi giovani che rivendicavano giustizia

Adriano Maini ha detto...

Intanto, ti dico che se fossi lì ti darei un grande abbraccio per il tuo comportamento veramente da persona dal grande cuore. Non aggiungo altro, perché di fronte al razzismo, specie di quello degli italiani (per il quale anche in questi commenti al tuo post si sono fatti abbastanza esempi per attestarne altresì la becera ottusità), poi vedo troppo rosso.

marcella candido cianchetti ha detto...

mi chiedi una nuova ricetta ,non sonoispirata,poi debbo provare una ricetta che mi frulla x la testa, qui ieri dire diluvio è poco,vediamo oggi ma fuori è ancora buio buona giornata con vasilli

Laurela ha detto...

Buongiorno mia cara Riri. Oggi sono io a invitare te e Gabry a fare il nostro rito mattutino di caffe' e biscottini. Un abbtaccio e una bella giornata.

marcella candido cianchetti ha detto...

ma certo che sono dei vostri, sperando che il caffè made romania sia accettabile, comunque è un'esperienza, io non rifiuto novità anzi ci vado a caccia!!!! oggi qui bel sole tiepido e temperatura decente buona giornata vasilli con cafè romeno e sigarettina

Lina-solopoesie ha detto...

Riri
che brutta storia .
E inutule dire che il razzismo non c'è ...c'è e come, si manifesta in tante forme . Ad esempio io sono di Caserta , possi dirti che non è mai successo niene , Ma ti posso assicurare che non è così da me c'è l'indifferenza verso di loro che e peggio del razzismo...
P.s.
Vorrei informarti che e arrivato una nuova amica in blogger , io l'ho conosciuta da poco in faceblook e davvero una brava persona , spero che troverà tanti amici ..Lei ne sarebbe felice ... In suo blog e questo grazie
Passa parola .
http://antonella57.blogspot.com/

marcella candido cianchetti ha detto...

come è andato il caffè romeno? buona giornata vasilli

Lina-solopoesie ha detto...

Riri buon giorno .
Grazie del pensiero di essere assata da me.
Quì il tempo da me è pò pazzerello un pò piove e un pò esce il sole però le temperature sono ancora primaverile.

La neve da me non la vediamo neppure nel binocolo ,ma so il fascino che trasmette ai bambini quando scende dal cielo ,ricordo come mi divertivo quando vivevo a Milano con i miei figli piccoli .

Ora ti saluto e ti auguro una felice giornata e Grazie di aver passato da Antonella la nuova arrivata in blogger .
L'ho conosciuta da poco in faceblook sicuramente ne sarà felice della tua visita
UN GRANDE ABBRACCIO LINA

laurela ha detto...

Buongiorno cara Riri e grazie di aver accetato l'invito per fare la colazione da me stamattina. Ho conquistato un'altra amica grazie a te e Gabry e sono molto felice per questo. Un abbraccio e una bella giornata.

Pupottina ha detto...

ciao riri, come vedi non si sa più a che ora passo per il mio giro di blogger... che confusione!!!
buon proseguimento ^______^

Lina-solopoesie ha detto...

Riri
ciao sono passata per augurarti una felice sera , una notte di sogni , e un meraviglioso risveglio e un giorno di tante belle soprese . :-)
UN GRANDE ABBRACCIO LINA

laurela ha detto...

Giorno mia cara Riri. Eccomi qui tra voi pronta a fare colazione. Vedo che siamo svegliate tutte presto oggi forse avremo sentito il dolce profumo delle sfogliattele di Gabry. Un abbraccio e una splendida giornata.

giardigno65 ha detto...

incommentabile...

Eppure prorpio a Napoli qualche anno fa mi ero stupito dell'efficienza dei controlli e della gentilezza del personale.

Cos'è cambiato ?

Pietro ha detto...

Un "commento" appropriato è proprio "no comment", come nelle CNN News.
Buona domenica, Nicola :-)