Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


mercoledì 28 aprile 2010

La rivoluzione multitouch nella didattica



Prevista il 29 aprile all'Itis Majorana vede la partecipazione di alcuni dei migliori esperti del settore
Si parla di multitouch e nuove «gestualità digitali» applicate alla didattica, nella giornata di studi voluta dall'Itis Majorana e dal Comune di Grugliasco per discutere di come usare strumenti multitouch, interattività e multimedialità avanzate nella didattica e nella scuola.

Che si tratti di nuovi modelli di usabilità delle interfacce, del loro potenziale di fruibilità immediata, della convergenza digitale, della diffusione sul mercato di strumenti come lavagne interattive multimediali, tavoli multitouch, banchi interattivi, o device personali come Iphone, Tablet PC o l'attesissimo Ipad, al centro c'è il contenuto informativo, di intrattenimento, didattico, e le nuove potenzialità che questi strumenti permettono di esprimere.

Si parte alle 12.00 con la conferenza stampa di presentazione per proseguire con una serie di seminari tenuti dai rappresentanti Microsoft ad HP, dai consulenti Hitachi per Cambridge University Press, agli Apple solution expert, questi sono solo alcuni dei nomi di qualità previsti nel corso della giornata. Tra questi anche CSP, centro di ricerca piemontese, che ha dedicato parte della propria attività di R&D alle applicazioni multitouch sviluppando applicazioni per il business e per la didattica definite in due nuovi asset tecnologici, TouchExplore e MeeTable a disposizione delle imprese piemontesi che ne fanno richiesta.

«Il nostro istituto è da anni un punto di riferimento nazionale per l’innovazione tecnologica applicata alla didattica» dice Dario Zucchini, docente responsabile delle nuove tecnologie dell’Itis Majorana «Affrontare in anteprima nazionale il tema del multitouch è solo l’ultima attività, in ordine di tempo, che ci consente, in collaborazione con l’associazione Dschola di cui facciamo parte, di promuovere sulle scuole del territorio l’innovazione e il supporto tecnologico».

Stefano Colombi, Assessore all'Istruzione del Comune di Grugliasco dichiara «La Città di Grugliasco ormai da qualche anno appoggia e promuove iniziative di didattica alternativa, l'Itis Majorana rappresenta per il territorio della zona ovest, l'immagine di una struttura all'altezza di grandi cambiamenti nel far scuola. L'approccio a nuovi strumenti per gli alunni è un elemento fondamentale per preparare i nostri ragazzi al mercato del lavoro. Le scuole di Grugliasco, sfidano nuove formule cercando di "inventare" nuove strategie comunicative, cercando sempre di parlare direttamente agli interessanti, ai nostri studenti».

«Abbiamo immediatamente aderito all'iniziativa dell'Istituto Majorana» dice Sergio Duretti, Direttore di CSP «per la presenza comune di chi fa ricerca applicata - come noi -, delle principali imprese che fanno prodotti e di chi li usa e li userà sempre di più ogni giorno a scuola, a casa, in ufficio. Un bel modo per dimostrare concretamente come unire ricerca, industria e persone».

Durante la manifestazione è prevista un'area espositiva dove sarà possibile toccare con mano i più avanzati dispositivi attualmente sul mercato, dalle lavagne interattive ai tavoli multitouch, a device come Ipod, Iphone, Ipad.

Info: Giovedì 29 Aprile 2010, ore 12-18. ITIS Majorana, Grugliasco, Via cantore,119 – Grugliasco (TO)
Per prenotare http://www.itismajo.it/prenota_touch/

29 commenti:

il monticiano ha detto...

Mi auguro che gli studenti di quell'ITS Majorana prendano in seria considerazione le prospettive che vengono loro fornite con questi nuovi metodi e mezzi.
Nico', il nome Majorana di quell'Istituto è quello del fisico Ettore Majorana, uno dei ragazzi di Via Panisperna a Roma,insieme a Enrico Fermi, vero?
Credo di sì. Quella via che conosco benissimo si trova nel Rione Monti, il primo di Roma dove sono nato io.

Pietro ha detto...

Ciao Nicola, grazie per questo post interessante. Iphone, Tablet pc, Ipad. Conosco bene la deludente "tablet pc": dopo l'installazione ho dovuto fare nientemeno che un ripristino del sistema! Oltretutto la scrittura e il disegno con quella penna "virtuale" non han niente a che vedere con la fluidità e la gradevolezza dei risultati di una penna o matita "non elettronica"!
Ti auguro un ottimo giovedì! :-)

Gabry ha detto...

Certo con le nuove tecnologie il ragazzi di oggi hanno tantissime nuove opportunità...speriamo solo che sappiano apprezzarle.... io faccio fatica a stare dietro a tutte queste nuove diavolerie... per me già è una grande conquista saper usare il pc ...
Un abbraccio a tutti e buona giornata!

marcella candido cianchetti ha detto...

altro che abc e astine) buonagiornata con vasilli

Luigina ha detto...

Ben vengano questi nuovi strumenti per la didattica, anche se alcune lasciano dubbiosi più di un addetto ai lavori, soprattutto in un momento come questo quando si fanno tagli indiscriminati alle scuole su necessità più elementari. Mi auguro solo che non sia la solita promozione per vendere prodotti costosissimi che pochi sapranno usare o potranno comprare.

Pupottina ha detto...

eheheheh
mi viene da ridere se ci penso... considerando il numero dei precari e i tagli che fanno sugli insegnanti, ecc...
mio nipote va alle elementari e nella sua aula è stata ben collocata una lavagna multimediale ...
unico problema è che la tengono spenta poiché la maestra non la sa usare ... e do per scontato che abbia fatto il corso di formazione per imparare altrimenti l'unica lavagna della scuola non sarebbe stata messa in una sua classe...
Nicola, mi chiedo come mai accadono queste cose?
i bambini la guardano con emozione esattamente come adorano le loro play station.... eeheheheh
buon giovedì ^___________^

amatamari© ha detto...

Occhei mi scateno...
:-)

Un costo incredibile per un ministero che ha tagliato tutte le risorse - al punto che i genitori devono fornire anche la carta igienica - LIM da installare a costi altissimi in istituti fatiscenti che spesso fanno il doppio turno per problemi di sicurezza o piu' semplicemente la mancanza di una aula adeguata...
Un costo anche la formazione dei docenti - che poi è una pseudo-formazione ma qs è un altro discorso...E come non bastasse le voci critiche anche dal punto di vista metodologico che provengono proprio dagli States...

http://www.giannimarconato.it/2010/02/sprechi-il-lim-itati-ovvero-perche-odio-le-lim/

Nicolanondoc ha detto...

Il mio post voleva porre l'accento sull'evoluzione tecnologica, che non
ha tempo, non si ferma e prescinde dallo stato di salute dei vari paesi
(compreso il nostro).
E' indubitabile che i ragazzi di oggi hanno a disposizione strumenti
tecnologici che noi neanche ci sognavamo e che gli permettono - per
esempio - di "entrare" nella storia, anzichè leggerla su un libro di
solo testo (che molti di noi neanche avevano) oppure di disegnare
oggetti in 3 dimensioni con le dita, senza dover aspettare di fare le
superiori ed accedere ad un programma CAD.
Se questo porterà ad una maggiore crescita delle capacità intellettuali
del genere umano è presto per dirlo, ma è verosimile pensare che sarà così.
Detto ciò, se le scuole italiane non riusciranno o non potranno dotarsi
di strumenti tecnologici (laddove ritenuti utili per la didattica
ovviamente) sarà veramente un problema per le generazioni future, che
partiranno con un notevole divario digitale rispetto i rispettivi
studenti - per esempio - delle scuole del nord Europa.
Non so se e come finirà con la nostra scuola pubblica, il timore è che
si faccia la fine di alcuni college americani (vedi No Logo di Naomi Klein).

Comunque sia, se riesco oggi due dita sopra un tavolo multitouch vado a
metterle, per vedere l'effetto che fa :-)

Caterina ha detto...

Ciao Nicola,
la mia scuola ha la lavagna interattiva ma é usata pochissimo. Ci vogliono piú materiali per poter utilizzarla. A fin dei conti i ragazzi devono studiare e non perdere la voglia di fare anche sforzi.La nuova tecnologia puó essere utile peró.......
Un grande abbraccio

marcella candido cianchetti ha detto...

quindi si presuppone una torino in festa buon sabato vasilli

giardigno65 ha detto...

è la nuova frontiera, l'ho visto anche in alcune scuole medie

Pupottina ha detto...

il progresso non si ferma, ma molte spesso va così volecemente che le persone non riescono a seguirlo.... Pupottina per prima ... eheheheheh
buona festa del primo maggio

^________________^

marcella candido cianchetti ha detto...

buon 1 maggio vasilli

Pupottina ha detto...

ciao Riri, anche questo (parzialmente) lungo weekend è finito ... io ne ho approfittato per stare di più in famiglia e per lunghe passeggiate, doverosa conseguenza di pranzi interminabili ... per fortuna che tutto era a base di pesce ;-)
nella vita di Pupottina e Kevin è periodo di cerimonie ... da ora fino a giugno ... tutte le domeniche .... mi sa tanto che ingrasserò prima dell'estate!!!
buon fine weekend e buon inizio settimana ;-)

Milo ha detto...

Ciao Nicola, arrivo tardi purtroppo su un argomento che mi stava a cuore.
Il Tablet pc.
"Il" in quanto è maschile, si tratta di un computer (portatile) che esiste da più di 10 anni e "monta" windows (ci si può anche installare linux volendo). Può essere "slate" (senza tastiera come il tanto decantato i-pad che però computer non è) oppure "ibrido" con tastiera a scomparsa.
Ha il riconoscimento calligrafico, cioé scrivi in corsivo e lui ti riconosce la calligrafia immettendo i tuoi testi in una pagina di word o in un blog o in un commento. Ha la penna (attiva) e sensibilità per centinaia di livelli di pressione. Ci puoi (anzi devi x non stancarti) appoggiare il polso e non partono ordini indesiderati.
Non è una cosa che si "installa"! Forse Pietro intendeva la tavoletta grafica (che è una periferica a parte che va appunto "installata".
I tablet-pc sono la più grande innovazione informatica incompresa, misconosciuta e sarà pure derisa ora con l'avvento dell'i-pad che non è nemmeno in grado di riconoscere la calligrafia, che è impossibile disegnarci decentemente, e che non è nemmeno un computer ma solo una specie di palmare ipertrofico.
Naturalmente milioni di persone sosterranno che anche in questo campo microsoft (che io non amo, preferisco di gran lunga Linux) ha copiato apple... come no! Così va il mondo!
Un abbraccio!

marcella candido cianchetti ha detto...

buon iniziodi settimana qui pioggia e nebbia uffa vasilli

pierangela ha detto...

ciao carissimi!!!!
rieccomi.
un bacio

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Milo,
effettivamente non so neanche io perchè non hanno preso piede i Tablet PC.
Io per esempio non li ho mai visti nè utilizzati, mentre adesso tutti i
miei amici sono in attesa spasmodica dell'ipad...
Tra l'altro dovrei vederne uno all'opera la prossima settimana, ti
faccio sapere che esperienza è...nel frattempo mi cerco un Tablet, così
facciamo qualche comparazione.

Grazie,
ciao,

Marianna ha detto...

buon giorno tutto il giorno riri

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

Nicola il tuo post è interessante,anzi no,interessantissimo quindi lo condivido con te nel mio ff,sana divulagazione webmatica LOL un abbraccio gabry,ripasso a lasciarti il ink della

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

qui-->

http://ff.im/jKMNe


o qui-->

http://friendfeed.com/gabrybabelle/c5101725/l-isola-che-c-e-la-rivoluzione-multitouch-nella

Nicolanondoc ha detto...

Gabry, mi hai commosso ...lol e aggiungo :

Apple: già venduti 1 milione di iPad, meglio dell'iPhone

Oltre 1 milione di iPad venduti in meno di un mese. Sono questi i numeri che testimoniano il successo dell'ultimo applicativo del gruppo statunitense. Nel primo mese di vita gli utenti hanno scaricato più di 12 milioni di applicazioni dal negozio virtuale Apple Store acquistando circa 1,5 milioni di libri elettronici. L'altra apparecchiatura di successo della società, l'iPhone, aveva impegnato oltre il doppio dei giorni per raggiungere quota 1 milione di vendite

...e poi l' abbraccio...grazie

marcella candido cianchetti ha detto...

buon giorno qui pioggia e nebbia vasilli

Pupottina ha detto...

considerando che da me la giornata è nuvolosa ... e non promette niente di buono ... vi auguro una splendida giornata sperando che oggi da voi ci sia il sole.... ;-)

Guernica ha detto...

Rosy!Ma ti arrivano i miei sms???

marcella candido cianchetti ha detto...

e anche qui continua a piovere ed è pure freddo e non freschino uffa buona giornata con vasilli

il monticiano ha detto...

Ciao, sono passato per lasciarvi un saluto.
aldo.

bondearte ha detto...

Nizza iniziativa
questo posto è veramente bello,
Congratulazioni
a tutti i membri!
Gentilmente
Paulo