Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


lunedì 26 aprile 2010

IL MIO 25 APRILE....



Il mio 25 aprile l'ho trascorso girovagando tra i magnifici giardini vicino casa. Nel pomeriggio soprattutto, erano strapieni di famiglie complete con i bambini ed un gelato tra le mani. Gabriele ormai si cimenta alla grande sullo scivolo, sale da solo le scale e quando si trova sulla torretta si guarda intorno per esibirsi nella sua discesa spericolata:-) Questa sua sicurezza l'ha acquisita giorno dopo giorno con l'aiuto di nonni che non lo perdono di vista e gli lasciano fare mille scoperte. Un bambino che cresce aiuta a rivedere la vita con occhi più ingenui e si riscoprono meraviglie che sembravano perdute per sempre...Se passa un aereo è lui che ce lo indica puntando il dito in alto e saluta, saluta tutti:-) Adesso è innamorato dei pullmann e dei camion, passerebbe le ore a vederli passare e fare ciao. Una pagina bianca su cui scrivere, con cautela, con eleganza, perchè il mondo sia suo e diventi anche un pò più a misura d'uomo, col suo incanto, la sua ingenuità...

18 commenti:

Luigina ha detto...

Rirì proprio un bel 25 Aprile proiettato nel futuro, con l'augurio che il tuo piccolo Gabriele mantenga nella vita questa continua gioia della scoperta di cose nuove e voi quella di riscoprirle ancora per tanto tempo con lui. Con affetto

Caterina ha detto...

Ciao Riri,ti auguro di avere ogni giorno questo 25 aprile. Un piccolo principe allieta la giornata. Mi piace tanto quell'entusiasmo da nonna e la tanta gioia che vi dá Gabriellino. Ti ascolterei(leggerei)per ore:)).
La passeggiata con gelato anche noi l'abbiamo provata ieri:))
Baci

il monticiano ha detto...

Bellissimo quadro d'insieme.
Una tenera pausa nel turbinio delle troppe cose storte che ci sono in giro.
E po mi hai fatto ricordare quando anch'io, come te, andavo "alle giostre" prima con mio figlio e poi con le sue due figlie da vero nonno sitter.

Jasna ha detto...

godeteveli questi meravigliosi momenti.... da nonni, da genitori. certo che è una meraviglia!

ultimobandito ha detto...

Bel gruppo familiare, però un appunto senza polemica lo voglio fare. Certo un bambino di due anni cosa vuoi che capisca del 25 aprile, ma gli adulti dovrebbero a mio avviso passare certe giornate in maniera diversa del solito. Al parco si va tutto l'anno, il 25 aprile arriva una volta ogni 365 giorni. Forse proprio per far capire ai ragazzi che questo è un giorno diverso, si dovrebbe fare qualcosa di diverso, è non sto parlando del caso specifico, che come ripeto non ha senso su un bambino di due anni, ma in generale. Quello che voglio dire è che oramai le feste, siano essere laiche, civiche o religiose, passano tranquillamente sulla nostra vita, dimenticandoci l'esclusività della data.
Forse se ci ricordassimo di più di certi giorni dell'anno come simbolo, ricordo, memoria, vivremmo in una società meno piatta e revisionista.
Senza polemica, il mio è solo uno spunto di riflessione per aprire un dibattito in merito.

marcella candido cianchetti ha detto...

bella giornata con il piccolo principe. buona giornata con vasilli

Gabry ha detto...

Direi uno splendido 25 Aprile che ha aperto una finestra sull'avvenire...dovre il piccolo principe continuerà a crescere meravigliondosi e scoprendo sempre di più questo stupendo mondo che ci circonda ... sperando che più a lungo possibile non venga turbato da tutte le brutture che purtroppo ci sono.

Un abbraccio a tutti e buona giornata.

Nicolanondoc ha detto...

Per Ultimo Bandito:
premesso che mio padre fu costretto dai fascisti a partecipare alla campagna in Russia, insieme a tantissimi ragazzi che ci lasciarono la vita per una guerra non loro, il ricordo di quella feroce dittatura è ben vivo in noi! La vera democrazia e/o libertà in cui noi crediamo emerge in 365 gg. all'anno, sia per quanto riguarda il lavoro che per le ore di svago ed ognuno ha il proprio modo di manifestarla, cercando di dare un buon esempio a figli e nipoti...

Guernica ha detto...

Mi piace questo tuo 25 Aprile cara :)

Un bacio affettuoso!

amalia ha detto...

Da come lo descrivi il tuo nipotino mi piace sempre di piu'.
Il tuo principino deve essere un bambino dolce, intelligente fantasioso e sensibile.
Non fartelo rovinare da nessuno.
Complimenti

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

love love to love a questo 25 aprile,visto quel che poi c'ha fatto ascoltare il premier da arcore,mamma mia-
meglio un 25 aprile con gabriele,ma anche con gli amici

Milo ha detto...

Ciao Riri e Nicola!

In ritardo, ma arrivo!
Evviva Gabriele e il suo entusiasmo per la vita! Ha molto da insegnarci!

Io credo che siano anche i grandi a dover imparare qualcosa dai bambini e non soltanto viceversa!

Un bacione ed un forte abbraccio!

marcella candido cianchetti ha detto...

qui sole anche se malaticcio, presto ricettuxxa dietetica buona giornata con vasilli

DARK - LUNA ha detto...

Ciao Riri....
davvero una giornata serena, di primavera...
Rilassante e piena di gioia...
Che meraviglia!
E Gabriele è un amore!
^____^
Un bacione grande!

Pupottina ha detto...

che bello e quanto è cresciuto il piccolo Gabriele!!!
l'hai trascorso meravigliosamente il 25 aprile ^__________^

ultimobandito ha detto...

Per Nicolandoc:
Permettimi di non essere d'accordo, o per lo meno in parte col tuo ragionamento.
E' vero che i nostri valori, le nostre memorie e le nostre idee si esercitano 365 giorni all'anno, ma è pur vero che il rispetto delle date è importante. E' importante per chi crede a quella ricorrenza e lo è altrettanto per chi non ci crede.
Ti faccio un esempio: se al 1 maggio ci fosse a Torino una presenza di 100 persone sarebbe equivalente alla presenza di 30mila persone? Certo che no. Verrebbero meno sia le persone che si rifanno alla festa dei lavoratori, e aumenterebbe il rafforzamento delle tesi di chi non si rifà alla festa dei lavoratori.

E' vero che noi invecchiamo giorno dopo giorno, ma è pur vero che solo il giorno che coincide con la nostra nascita festeggiamo il compleanno. E' pur vero che chi crede in Dio è credente sempre, ma solo il 25 dicembre si celebrano alcune cose e solo a Pasqua delle altre.

Quello che voglio rimarcare è che dobbiamo riappropriarci delle cose in cui crediamo, rispettando la storia e la tradizione. Certi giorni sono speciali, hanno un significato intrinseco e non possono essere uguali a tanti altri.

Questa società ci ha portato all'inosservanza delle feste, poi non lamentiamoci se un centro commerciale vede il 25 aprile o addirittura il 25 dicembre o molte domeniche, non come giorni festivi, ma come semplici giorni feriali dedicati al profitto.

Con affetto Ultimobandito

Pietro ha detto...

Bellissimo ritratto del tuo nipotino, Riri.
Penso che il vero mondo sia il suo, non il nostro. Purtroppo andando avanti negli anni si perde la vera essenza della realtà e della vita.
Un cordiale saluto, buon giovedì!
:-)

Daniel ha detto...

I tuoi racconti sono sempre piccoli sorsi di miele per il mio cuore. ti abbraccio
Daniel