Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


lunedì 19 novembre 2007

Avventura nell'isola che c'è parte 3

un
Poco di cordiale per dare a Nigel, che si destò al forte sapore dell’iquore. Facemmo una lettiga di fortuna e portammo Nigel su un comodo letto. Il guardiano appena riusciì a parlare ci raccontò del naufragio, ma era troppo debole per farlo continuare e lo lasciammo riposare in casa di Nicola e Rosi per avere assistenza continua. Nigel passò la notte convulsa dicendo parole come “il mio faro, la nave, caduto, no no caduto!”. Rosi con i suoi manicaretti e le cure mie e di Nicola il nostro Guardiano si riprese in tre giorni, e così iniziammo a chiedere se ci avesse raccontato la sua storia e di come fosse giunto sull’isola.
La costruzione del faro era già iniziata da tempo, con l’intento di non far cadere nelle spire del delle tenebre le navi che passavano di li, segnalando l’esistenza del nostro piccolo eremo.
Nigel si mise ben presto in forza e ci aiutò a costuire il faro dirigendo i lavori in maniera impeccabile. Un direttore lligio e preciso così facendo il faro divenne pronto in alcuni giorni. Finalmente ci ritrovammo noi quattro lassù sul faro davanti ad un piatto preparato da rosi, ma se mi chiedete come si chiamasse non ne ho idea, poiché lo chiama in dialetto napoletano e non ho ben chiaro come si dica.
Nicola stappò il suo buon vino, e il fremito del vino schioccava e cantava già nel bicchiere. Dopo qualche risata Nigel si fece serio e guardandoci iniziò a raccontare la storia di quei giorni avversi e dei motivi del suo naufragio.

7 commenti:

esmeralda ha detto...

Che storia interessante! Luca, sei certo che sia andata proprio così e non siano i fumi dell'ottima grappa che si beve dalle tue parti?!
lol :-))

riri ha detto...

Luca, la tua storia è appassionante, giuro, mi piace un sacco, ed il fatto di esserci mi riempie di vanità. Ebbene, sì, se volete, faccio la cuoca sul Faro ...è troppo bello.
Un abbraccio ed un sorriso :-)

Angela ha detto...

l'avventura continua...bene!

Tomaso ha detto...

Meno male che Nigel a quanto pare
si e rimesso bene,

io purtroppo con quel mare così agitato ho dovuto ritornare sulla terra ferma, mi raccomando a voi quattro tenete il faro bene acceso,
quando il tempo migliora un po' farò unaltro tentativo.

Nicola ha detto...

Angela dice ...........
Siamo ancora bambini piano piano, cresceremo insieme come tutti ,
ti mando un bacio spero non ingelosisca il tuo amoroso
E' appena iniziata la nostra avventura!! Ciao :-)

Mutthleys ha detto...

Cara Esmeralda, io ho un grave difetto non che deformazione non che malattia. una gravissima malattia! sono astemio!
:-D
Aspettate perché Tommaso ci ha regalato l'emozione più grande! vedrete! :-)

Il guardiano del faro ha detto...

VA BENE, ABBIAMO LETTO, CARO MIO. PERO' PIU' SU C'E' LA MIA VERSIONE DEI FATTI.