Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


martedì 25 novembre 2008

COMPAGNA DI BANCO




Sul filo della tua risata che solleva
la polvere - fresco vento - dei ricordi,ho fatto
un rapido ripasso della vita (mia tua
nostra);appagata ti dici della tua fervida
tribù e allarghi le tue piume di chioccia
sulle tue uova d'oro: i figli il successo la
carriera - oh le tue aristoteliche certezze
d'universo saldo circoscritto e tu motore
indefettibile d'ogni arco di domestici cieli-
il mio dubbioso cuore sbiadisce alla tua
saggia lampada coi suoi sussulti inquieti
le difese i passi esitanti il pane amaro-
all'abbraccio però ti vela il viso una pensosa
commozione e a me appanna gli occhi:
ci fa ancora le compagne di banco il rito
dell'addio- all'angolo di fuga di due strade.

9 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bellissima, ogni volta è un nutrimento dell'anima.
Un abbraccio a tutti voi.

Renata ha detto...

Bellissima davvero! Chi non ha subito il fascino della compagna di banco ? o dei compagni di scuola, o dell'odore della scuola, o del profumo dell'adolescnza. Spavalda. effervescente, indomita....invulnerabole! Perchè è così che viene vissuna. ed è per questo che ha il nostro rimpianto. Bellissima poesia. GRAZIE !

stella ha detto...

Foto di classe!

Quanti ricordi suscita in chi ora è adulto...Su facebook giovani uomini e giovani donne pubblicano foto di classe per ritrovare i compagni o la compagna di classe...i loro primi legami affettivi...

La poesia rende meglio l'idea.

Bella e commovente!

Adriano Smaldone ha detto...

ho scritto un intervento che secondo me ti può interessare non ti svelo di cosa parla perchè se non non ci sarebbe gusto . Se vuoi passa da me per lasciare un commento ok?? Salute e buona gestione del blog

Pupottina ha detto...

^_______________^

ciao e buon mercoledì

Gabry in blog Belella ha detto...

Questa poesia e l'immagine mi riportano indietro nel tempo, quando bimbetta scolaretta con il grembiulino il collettino bianco con il grande fiocco varcavo "controvoglia" la porta della scuola.

Un saluto e buona serata.

Patrizia ha detto...

rende l'idea e tocca il c uore, il pensiero di un incontro con la compagna di banco, simbolo dell'affetto scolastico + grande, della prima figura importante che ci si sceglie al di fuori della famiglia e poi la vita ci allontana, ci divide, dando ad ognuno il proprio cammino. Incontrarsi quando la vita ha fatto gran parte del suo corso e ritrovare ancora sopito in noi quella parte fanciulla che non morirà mai............... bellissimo nostalgico malinconico momento di poesia... complimenti!!!!!

sirio ha detto...

Per chi li ha potuti vivere sono ricordi bellissimi...quando frequentavo io le classi miste non si usavano ancora,sezioni rigorosamente separate,ingressi diversi!

Ciao a tutti, e buona serata.

marcella candido cianchetti ha detto...

buona giornata