Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


venerdì 15 febbraio 2013

STUDIARE E' UN DIRITTO PER TUTTI!!!!!!!


Negli ultimi tempi si discute su come potrebbe funzionare meglio la scuola:
maestro unico,troppi bidelli ed altre "spese inutili" da tagliare...Da una parte e dall'altra,si parla in continuazione di come si possa ancora una volta riformare l'istruzione dei nostri futuri cervelli, tenendo poco in considerazione che il tutto andrebbe attuato in funzione dello studente e non viceversa.In questo periodo dove i vari ministri blaterano la famosa meritocrazia come premio,sono convinta che se i più bravi fossero coccolati ed aiutati a far sì che studino fino all'università e soprattutto nella ricerca ed innovazione,non avremmo poi in futuro fuga di cervelli all'estero.Tutto questo dovrebbe avvenire senza discriminare i soggetti che hanno grandi capacità di apprendimento e pochi mezzi economici.Viviamo un momento particolarmente nero,dove il reddito di una famiglia medio-basso non è in grado di affrontare tali spese,anche perchè difficilmente arriva a fine mese.

5 commenti:

Ambra ha detto...

Proprio così. Se si rendessero conto i vari ministri che sentenziano a più non posso - se si rendessero conto che è la loro politica di tagli continui, di vessazioni di tipo signorotti medioevali, la prima causa della fuga di cervelli, avremmo già fatto un passo nella giusta direzione.

il monticiano ha detto...

Così è purtroppo e ne ho la prova su questo scottante tema perchè la mia prima nipote più grande sta studiando all'Università di Bologna, fuori sede per vari motivi.
Cambiare si deve, che i nostri politicastri lo sappiano giacchè la scienza e la conoscenza non siano appannaggio soltanto dei più abbienti.
Un salutone,
aldo.

nella ha detto...

Mio caro Nicola , ho già commentato dalla nostra Riri , ma commento pure da te, per avere soprattutto l'occasione di mandarti un bacio super....
La scuola è in mano a persone , come in altri campi, che badano solo ad interessi strettamente personali che favoriscono una sommaria categoria di studenti..
Per gli altri, se desiderano continuare , non resta che la fuga , purtroppo!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Lo studio deve essere un diritto per tutti e non un privilegio per pochi.

Tiziano ha detto...

I nostri capoccia non ci vogliono inteligenti ma ignoranti.