Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


mercoledì 5 gennaio 2011

STO CON LA FIOM

Tanti anni fa per caso mi è capitato di lavorare per alcuni anni alla fiat prima alla sot (sezione officine telai) ora in disuso, poi all'iveco "sala controllo motori", per fare anche qualche giretto nella linea di montaggio telai e verniciatura. Era il periodo in cui la fiat si consolidava con la lancia ed era in attesa di "fottere" l'alfa romeo. Oggi, come allora, mi sembra che i corsi e ricorsi della storia siano gli stessi. Ora si chiede a noi italiani di fare dei grossi sacrifici per l'indebitamento accumulato...

L'APPELLO

"Il diktat di Marchionne, che Cisl e Uil hanno firmato, contiene una clausola inaudita, che nemmeno negli anni dei reparti-confino di Valletta era stata mai immaginata: la cancellazione dei sindacati che non firmano l’accordo, l’impossibilità che abbiano una rappresentanza aziendale, la loro abrogazione di fatto. Questo incredibile annientamento di un diritto costituzionale inalienabile non sta provocando l’insurrezione morale che dovrebbe essere ovvia tra tutti i cittadini che si dicono democratici. Eppure si tratta dell’equivalente funzionale, seppure in forma post-moderna e soft (soft?), dello squadrismo contro le sedi sindacali, con cui il fascismo distrusse il diritto dei lavoratori a organizzarsi liberamente.
Per questo ci sembra che la richiesta di sciopero generale, avanzata dalla Fiom, sia sacrosanta e vada appoggiata in ogni modo. L’inaudito attacco della Fiat ai diritti dei lavoratori è un attacco ai diritti di tutti i cittadini, poiché mette a repentaglio il valore fondamentale delle libertà democratiche. Ecco perché riteniamo urgente che la società civile manifesti la sua più concreta e attiva solidarietà alla Fiom e ai lavoratori metalmeccanici: ne va delle libertà di tutti".

37 commenti:

Lara ha detto...

No potrei essere più d'accordo, caro Nicola.
Anch'io sto con la FIOM.
Davanti agli occhi di tutti i cosiddetti sindacati Cisl e Uil sono diventati politici, solo la FIOM è dalla parte dei lavoratori.

Hanno distrutto il contratto nazionale dei lavoratori, lavoratori che vengono sfruttati in maniera indecorosa col plauso di quei buffoni di non-sindacalisti che si sono ancora una volta asserviti al padrone.
Certo che sto con la FIOM.

Scusa, è che mi è difficile mantenere la calma su questo grave argomento.
Un abbraccio Nicola!
Lara

Ambra ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con te.

Sileno ha detto...

Sono pienamente solidale con la FIOM e sono deluso da certi politici che fingono di essere di sinistra, ma sono invece solidali con la FIAT per estromettere la FIOM dalle fabbriche e questo nel silenzio generale anche di buona parte del mondo del lavoro.
Mi domando: " A chi toccherà la prossima volta?".

rosy ha detto...

La befana viene di notte con le scarpe tutte ...Buona befana
Ciao bacio

marcella candido cianchetti ha detto...

io anche!!! sei pronta befana? vasillida befana marcellaPS: non mangiare troppo carbone

laurela ha detto...

BUONGIORNO MIA CARA RIRI E BUONA EPIFANIA. LA BEFANA SI E' SCORDATA DI ME QUEST'ANNO MA SONO CONVINTA CHE PRESTO SI RICORDERA' E MI PORTERA' DEI BELLISSIMI DONI. UN ABBRACCIO E UNA BELLA GIORNATA.

Gabry ha detto...

Ormai le organizzazioni sindacali sono quasi tutte politicizzate al massimo, per questo anche io sto con la FIOM che è rimasta a difendere i diritti e la dignità dei lavoratori.

Un abbraccio!

pierangela ha detto...

é arrivata la befana?? da me non ha trovato la strada!!!!
un forte abbraccio.

il monticiano ha detto...

Nico' appena iniziato l'appello qui nella blogosfera sono stato tra i primi a firmare tanto per far capire a destra e a manca che c'è rimasta solo la FIOM a difendere gli operai.
L'altri sindacati si sono venduti.

Nicolanondoc ha detto...

Aldo e ti sembra poco che sia rimasto quel piccolo grande " dissenso "...
Caro caro vecchio mio :-)
Ti abbraccio

Grazie a tutti voi...

pulvigiu ha detto...

Buona serata che porta via le
feste, domani anche se è venerdì si lavora.

Un saluto da Giuseppe.

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Giuseppe, come ben sai il lavoro nobilita soprattutto quando si incomincia in tenera età
Buon lavoro

Luigina ha detto...

Come figlia di un ex operaio metalmeccanico iscritto alla FIOM, non posso che essere d'accordo, ricordando le sue lotte negli anni '60. Anch'ioSTO CON la FIOM

marcella candido cianchetti ha detto...

avete decisamente mangiato se solo rimaste noccioline ,oggi al via spontaggi addobbi natalizi vasilli

Caterina ha detto...

Ciao Nicola, mi é molto simpatico il tuo spirito combattivo. Io sto accanto a te e con FIOM :)) anche se non conta niente la mia posizione. Qui nel mio paese i sindacati non hanno nessun peso purtroppo.
Ti invio un caro saluto e baci a tutti

Pietro ha detto...

Un ottimo e significativo post Nicola, sono totalmente d'accordo con te.
Buon venerdì sera :-)

Lina-solopoesie ha detto...

Riri... Nicola .
Fate sogno d'oro .. e sperimo che al vostro risveglio li possiate realizzare tutti ... tutti.
Un bacio e Buona notte .
Lina

Milo ha detto...

Ciao!
Non sono mai stato comunista in vita mia, ma visto i tempi che corrono ci sto pensando seriamente (di diventarlo ora!)...
Baci & abbracci!!!

:) :) :)

marcella candido cianchetti ha detto...

grazie per ilcaffè,ma non per i150 anni, buona giornata vasilli

marcella candido cianchetti ha detto...

bello il video, io stò con la fiom vasilli

pulvigiu ha detto...

Il giusto che sta dalla parte
dei lavoratori.

Buon fine settimana da

Giuseppe.

laurela ha detto...

Buongiorno mia carissima amica. Grazie per il invito ora i unisco a Voi Italini per festeggiare 150 Anni. Molto bello essere tra voi mi sento davvero onorta. Un abbraccio e una splendida giornata. Qui da me finalmente un po' di sole.

rosy ha detto...

Caro Nicola, sottoscrivo ogni parola, punto e virgola di questo tuo post.
Amare realtà ci circondano.

Buona fine settimana e
Grazie per il tuo passaggio da me molto gradito.
Ciao e salutami riri :-)

zicin ha detto...

Sono con voi anche io.
I diritti sono una cosa fondamentale e vanno rispettati.

marcella candido cianchetti ha detto...

che isola assolata scegliamo per questa domenica ovviamente provviste di caffettuccio e sigarettine? vasilli

pierangela ha detto...

Buona Domenica ;)

amatamari© ha detto...

Sottoscrivo tutto ma con la consapevolezza che se fossi io a dover scegliere tra la fame ed un contratto iniquo sceglierei il secondo...
:-(

Lina-solopoesie ha detto...

Nicola .
Io ho sempre lavorata in fabbrica . Ho partecipata a tanti scioperi. Dopo tante lotte oggi vogliono togliere a gli operai tutti i diritti . La CISL e UIL sono diventati da tempo SINDACATI PADRONALI filo governativi e filoconfindustriali.
Mai una volta al fianco dei lavoratori per portare avanti le loro rivendicazioni salariali, ma sempre pronti ad accordi 'al ribasso', magari dopo pranzi e cenette consumati nel palazzo del padrone.Quelli tra loro che riescono 'meglio' nell'arte leccaiola, poi, hanno la carriera assicurata in politica, in noti partiti attualmente al potere a livello nazionale.
Che tristezza, invece di rappresentare i lavoratori si preoccupano di dare il meno fastidio possibile ad industriali e governo!
Sono incazzata...
BUONA SERATA E BUON IZIO DI SETTIMANA Lina

Nicolanondoc ha detto...

Volevo aggiungere che non credo si possa più parlare di equilibri mentali o in "politichese", dove si capisce e non si capisce... la mia vita l'ho sempre vissuta nelle minoranze...probabilmente sono un masochista..

Per Lina: ti posso assicurare che quelle lotte sindacali che tu intendevi mi hanno procurato dei privilegi oggi : una pensione che perlomeno mi fa vivere con dignità, una casa mia che nessuno mi potrà togliere e la possibilità di far studiare il mio unico figlio.
Un abbraccio a te ed un buon inizio settimana.

Lina-solopoesie ha detto...

CIAO.Nicola .
Noi siamo ancora fortunati che siamo riusciti a farci una casa , due buona pensioni per e una buona vecchiana. Ma mi chiedo che ne sarà di questi nostri figli e i nipoti?
Povera Italia Nicola .
Buona notte Lina

Adriano Maini ha detto...

Ho già firmato anch'io e cerco di divulgare a mio modo su Internet, e non solo, la posizione della FIOM.

marcella candido cianchetti ha detto...

prontoil caffettuccio x iniziare bene la settimana? vasilli

laurela ha detto...

Buongiorno grandissima Riri e grazie mille per quelle belle parole di conforto che mi scrivi sempre. Qui il tempo e' grigio ma io cerco di rendere le mie giornate un po' collorate. Ti abbraccio e ti auguro una bella settimana.

ultimobandito ha detto...

Certo, anch'io sto con la Fiom,ma temo che questa volta verremo spazzati via dalla forza e dall'arroganza di Marchionne e di un capitalismo sempre più forte, con un'opposizione nulla che gli spiana la strada.
Il vero problema della sinistra è che i propri diretti elettori, votano altrove (ci sarebbe da aprireuna parentesi su di chi sia la colpa) e che oggi più di ieri essere democratico ma con idee radicali equivale ad essere terrorista. Ed ecco allora tutti i giornali, tutti i media, tutti i partiti maggiori, pronti a criticare il dissenso.
La vedo veramente dura. Ricordo solo agli operai di Mirafiori, che dipende da loro il futuro dei contratti nazionali e del mantenimento di alcuni diritti (oramai pochi). Ricordo inoltre: che non siamo noi a dover diventare cinesi, ma viceversa sono i cinesi che devono raggiungere le nostre condizioni di lavoro.

amalia ha detto...

assolutamente d'accordo!!
un saluto e buon 2011

marcella candido cianchetti ha detto...

aspettando il referendum,ma ho molti dubbi laclasse operaia è in via d'istinzione buona giornata con vasilli

pulvigiu ha detto...

Passo per un saluto,
giovedì vado per un pò di giorni in Sicilia a riposarmi.

Ciao ciao, a risentirci.

Giuseppe.