Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


sabato 4 luglio 2009

Maturità : la traccia rimasta nel cassetto....purtroppo

La condizione della donna in Italia all’inizio del XXI secolo tra villa Certosa e Palazzo Grazioli. Il candidato elabori una riflessione a partire dai testi de grandi pensatori contemporanei, Ghedini, Carfagna, Rossella.

Svolgimento dell’alunno Alessandro Robecchi


A mio avviso la condizione della donna nella società italiana all’inizio del XXI secolo non è molto diversa dalla condizione della donna nella televisione italiana alla fine del XX secolo. La donna stava mezza nuda là e sta di nuovo mezza nuda qua, e questo pazienza. Dissento però da chi dice che la donna tra villa Certosa e Palazzo Grazioli ha sempre la stessa posizione. Non è vero! Essa cambia posizione spesso. Può essere in posizione seduta, sulle macchinette da golf che guida papi. Può essere in posizione sdraiata, mentre si abbronza sullo yacht di papi. Oppure può essere in piedi e allungare le braccia per ricevere i deliziosi monili, le collanine e gli anellini di bigiotteria che papi le dona. O ancora può votare la fiducia al lodo Alfano nel governo di papi. Come si vede, la posizione della donna tra Palazzo Grazioli e villa Certosa è molto libera e varia a seconda delle condizioni e del contenuto della busta che papi le allunga.
Quanto ai pensatori che si sono esercitati sul tema, sembrerebbe che davanti a papi prevalga la posizione “a pecora”, ma con alcune differenze prontamente rilevate dalla critica. Il Ghedini, per esempio, nel suo “De papi esuberante senectute”, insiste molto sul concetto di “utilizzatore finale”, sostenendo di fatto che la donna abbia una filiera di lavorazione un po’ più lunga e complessa di quella della mucca frisona da latte del Trentino. Le “ingenti quantità” di cui parla il Ghedini vanno dunque intese prima della macellazione Per quanto riguarda Carfagna, altro grosso nome della cultura intervenuto sul tema, il suo avvincente saggio, intitolato “Ddl sulla prostituzione”, ha avuto grande successo di critica. Purtroppo, però l’editore ha deciso di rimandarne la pubblicazione. Chiedere la galera per chi frequenta prostitute non dev’essere sembrato coerente con le recenti attività del governo e soprattutto del suo capo. Ultima voce critica intervenuta sul tema, quella del Rossella, a mio avviso la più interessante e innovativa, dato il suo approccio attento al linguaggio e alla semantica post-capezzoniana. L’antica divisione delle donne italiane in “minorenni” e “maggiorenni”, pare al Rossella antiquata e non più adatta alle complessità della società attuale, ragion per cui egli propone nuove categorie più attuali come “a pagamento”, “gratis”, “leasing temporaneo” e “multiproprietà”. Una riflessione interessante, che certo non passerà inosservata nei principali luoghi di pensiero dove si elabora la condizione della donna in Italia: Italia Uno, il Billionaire, il Letto Grande di Palazzo Grazioli e il settimanale Chi.

di Alessandro Robecchi, da il manifesto 26 giugno 2009

12 commenti:

Nihal ha detto...

Felice Sabato Nicola:)
Voi cosa farete questo fine settimana? Io andrò ad un cenare al Trattoria il Faro di Stefano e Nicoletta ben cucinare piatti italiani, e molto vicino alla mia casa:) Clicca per info:
http://www.trattoriailfaro.com.tr
Volevo augurarvi un buon fine settimana! Tanti Saluti~

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Nicole, dove andremo il fine settimana? clicca QUI la nostra isola :-)
Un caro saluto :-)

Caterina ha detto...

ciao Nicola,
purtroppo mi mancano molte informazioni di retroscena sulla condizione della donna in Italia. Solo di Berlusconi ho sentito qualcosina.
Io dividerei le donne semplicemente in buoni e in cattivi:-)
Bacini e buon sabato sera:
Kati

sileno ha detto...

Questa sera vado a letto col sorriso sulle labbra, poi mi riprometto di leggere le opere dei grandi pensatori contemporanei.
Ciao
Sileno

Gabry in blog Belella ha detto...

Buongiornooooooooooooo!!!
eccomi qui per augurarvi una buona domenica!!!

Bellisima la classificazione finale del tipo di donna attuale....ahahahah!!!!

Un abbraccio ad entrambi e buona giornata festiva!!!

amatamari ha detto...

Ciao Nicola, grazie per il commento che hai lasciato sul mio blog.
:-)
Alessandro Robecchi, pur dimostrando sufficiente proprietà del lessico e della sintassi, non sembra aver centrato pienamente il tema personalmente scelto dalla min. gelmini: il titolo infatti non chiedeva che l'alunno sviluppasse un pensiero critico sulle attuali vicende e tantomeno scrivesse un articolo che - sia nei termini sia nei modi - risulta lesivo dell'immagine del nostro premier.
Pertanto la commissione riunita in seduta plenaria non solo non ritiene che il candidato abbia la maturità necessaria ma considera indispensabile un intervento formativo ad hoc.
A tale proposito la commissione si riserva di definire quanto prima gli assi contenutistici che rigorosamente avranno nella figura del giornalista Emilio Fede il fulcro pedagogico.
Distinti saluti.

Guernica ha detto...

Che brutte cose!
:(
Io mi sento privata della mia dignità di donna con delle "colleghe" simili...
Non ho tanto da dire a parte esternare la mia amarezza.

P.S. Non sono io nella foto del post!;)
Sono sempre foto dal web, tranne quella del post del 23 Giugno scorso!

Buona domenica a tutti ed un bacione.

Nicolanondoc ha detto...

Sicuramente hai fatto teatro, Caterina, da noi è tutto un retroscena :-) poi come tu sai....io invece dividerei le donne in belle e brutte :-)
Tanti bacini a te

Ciao Sileno, grazie del suggerimento...è ora che io studi l'arte contemporanea.
Ciao
Nicola

Buonasera Gabry, ormai non ci resta che fare classifiche ahahahah

Ciao Amatari, l'analisi è lucida e determinata non soggetta ad appello senza condizioni di continuità :-)
Distinti saluti

Guerny, dopo un' attenta ricerca ho individuato la foto del 23 Giugno è quella che ti assomiglia di più.
Ricambio il bacione e buon inizio settimana :-)))

Nicolanondoc ha detto...

Ah, dimemticavo, sopra il cielo di Torino in questo momento si stanno scatenando fulmini tuoni e saette....

Gabry in blog Belella ha detto...

Svegliaaaaaaaaaaaa!!!
Buongiorno!!! è sorto un nuovo giorno che ci apre le porte di questa nuova settimana tutta da vivere e sognare... evvai!!!

Pronto il caffè perchè io con oggi voglio riprendere la mia vita di prima... infatti tra poco vado al parco con le mie pelosette e vedioamo anche i cani poveri che sono lassù come se la cavano... poi assolutamente oggi un tuffo in piscina non me lo deve togliere nessuno..... come inizio giornata e programma non mi sembra male... poi il resto vedremo strada facendo... la mamma migliora a piccolissimi passi ... ora gli omogeneizzati in casa servono per i cuccioli per Rudy ma anche per la mamma... speriamo che presto ritorni anche lei nella normalità di prima.

Un abbraccio e buona giornata ad entrambi e coccole a Poker!!!

Pupottina ha detto...

buon inizio settimana

^___________________^

Pupottina ha detto...

lo dico sempre, riri, che noi donne abbiamo, a volte, come peggior nemico non l'uomo, ma noi stesse ...
la tua amica ha commesso errori...
anche la mia lo fa ... meglio noi!!!!

^________________^