Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


mercoledì 16 dicembre 2009

LE ROI.........OTTOBRE 1973 quinto punto

Uscii dal bar quel lunedi mattino e le prime luci dell'alba quasi mi accecavano, la prima cosa che mi venne in mente fu quella di scrivere a Laura, lei mi avrebbe capito. Subito dopo aver imbucato la lettera un brivido mi scosse, mi sentivo solo, fino al giorno prima ero euforico (credevo di essere amato da due donne), mi accorsi anche che non si vive solo di amore, ormai a fine mese avrei dovuto spartire la mia busta paga tra la rata dell'auto e tutto il resto, però mi rallegrava l'idea che tra non molto avrei preso la tredicesima, per poter sopravvivere economicamente.
Sarebbe stato il caso che andassi un pò a riposare perchè alle ore 22 mi aspettava il turno di notte alla fiat, dove avrei incontrato il mio compagno di lavoro S. ed avremmo trascorso un'altra delle nostre notti e lui mi avrebbe raccontato ancora un pò della sua vita. Due episodi mi sono rimasti impressi oggi: il fatto che S. fosse single ed avesse una relazione con una donna sposata che gli chiese di incontrarsi una volta a casa sua perchè il marito era assente, purtroppo lui arrivò e cercò di assalirlo, ma era mingherlino ed a S. bastò appoggiargli una mano sul petto per tenerlo lontano. Il mio amico mi spiegò inoltre che secondo lui l'uomo è talmente vigliacco che se anche non esistesse un Dio se lo creerebbe a sua immagine. Quella notte trovai il turno abbastanza lungo e prima di salutarci S. mi consigliò di fare attenzione perchè il giorno dopo sarebbero passati a controllarci i tempi di lavorazione, contando oltre le ore anche i secondi sui supporti dei telai che preparavamo per il montaggio. Uscii dalla fabbrica e stranamente mi sentivo quasi soddisfatto per essermi guadagnato da vivere e magari... chissà, forse una donna avrebbe accettato di dividere la sua vita con me.....

17 commenti:

giardigno65 ha detto...

che tempi (e non solo di lavorazione) !!!

il monticiano ha detto...

Nico'se permetti tre domande:
1^) il lavoro in fabbrica è lo stesso di quello da impiegato privato o meglio schiavo?
2^)quel tuo amico S. è rimasto signle o si è sposato?
3^)qual'era la donna che doveva accettare di dividere la sua vita con te?

Nicolanondoc ha detto...

Già Giardigno, la storia è fatta anche di quello che non sappiamo!!!

Nicolanondoc ha detto...

Aldo, allora era tutto comprensibile e chiaro, "tuta blu" operaio, "colletti bianchi" impiegati, forse un pò tutti schiavi o liberi :-) Il mio compagno di lavoro, dopo qualche tempo l'ho perso di vista, sono successe tante di quelle cose...poi lui era prossimo alla pensione, ancora single, più avanti conoscerai anche il nome della donna:-)
Un caro saluto

marcella candido cianchetti ha detto...

le roi gioioso!!! qui ancora freddo come và il virusso da raffreddamento? vasilli

pierangela ha detto...

ciao buona giornata.

Caterina ha detto...

Ciao Nicola,
Penso che anche allora tu sia stato un uomo vero.Secondo me nella tua lettera per Laura hai scritto cortesemente di chiudere con lei il rapporto poiché provavi dei sentimenti cosí forti per la tua nuova donna:))
Bacini e buona giornata a Te ed a Riri

Lina-solopoesie ha detto...

RIRI
Buona giornata anche a te!L'amicizia è il raggio di sole che entra nel cuore e ci fa vivere. Non spegniamo mai questo raggio, perchè nella vita c'è sempre qualcuno che ha bisogno di noi...
siamo come un prato dove germogliano fiori dai mille colori ma il più bello è il fiore dell'amicizia, .
Ti auguro una vita con la matematica, addizionando i piaceri, sottraendo i dolori, moltiplicando le gioie e dividendo l'amore con tutta la tua famiglia .

BUONA GIORNATA Lina

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Grazie per la citazione Nicola. scherzo.
Aspettiamo il seguito.
Un abbraccio.

calendula ha detto...

mi piace questa storia, mi piacciono sempre i racconti di vita vissuta... e per quello che adoro Truman Capote... riesce a rendere interessante anche la caduta di una tazza da un tavolo.

l'incarcerato ha detto...

Ecco finalmente un racconto proletario. Non se ne scrivono più purtroppo.

Un abbraccio!

Luigina ha detto...

Nicola io come Aldo faccio finta di non aver ancora capito chi era la donna che doveva accettare di dividere la tua vita con te. Mi piacerebbe leggere anche la sua versione dei fatti ;) Anche quel tuo amico era un bel birichino, però

Antonella ha detto...

Ciao Riri...Carissima, se passi sul mio blog http://premiantonella.blogspot.com c'è un pensierino per te! Un abbraccio!

Gabry ha detto...

Su questa pagina un'altro pezzetto della tua gioventù che sicuramente ha dato una svolta alla tua vita... resto anche io in attesa del seguito.

Un abbraccio ad entrambi e buona giornata!

marcella candido cianchetti ha detto...

buon giorno qui si gela -3 vasilli passa dalmio blog caravaggio cosi leggi la modesta lista x babbo natale!

pierangela ha detto...

Ieri sono andata in montagna, a scattare qualche foto in compagnia, non riuscivo a camminare e scattare foto dal freddo e ghiaccio, a mezzogiorno -6
ma una spettacolo innevato bellissimo.
un abbraccio

Nicolanondoc ha detto...

Cal :-) ricambio il bacio :-)...!!!
L'odio e l'amore sono figli delle emozioni...la solitudine è stata la regina della trasmissione da te invocata...il bagno della folla e la ricerca di una persona, con cui parlare, dentro a milioni di fans...il re non è nudo, ma solo...!!!

Ho letto pochi libri...però mi piace confrontarmi...con te :-)