Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


giovedì 17 gennaio 2013

Clarea, inaugurazione Porta Susa,...


Clarea, inaugurazione di Porta Susa, treno nucleare, prossime iniziative e Rassegna stampa

GIORNATE INTENSE LE ULTIME…
VENERDI' 11 GENNAIO, durante la visita pomeridiana al cantiere di una ventina di NOTAV delle Valli e Torino, è stato esposto lo striscione CMC COOPERATIVA ROSSO SANGUE" sopra  il finto buco, in bella vista, accompagnato da slogan e "saluti" vari...
VEDI FOTO
IL POPOLO NO TAV NON S'ARRESTA MAI...
Abbiamo anche intervistato l'archittetto Virano,il quale si è dimostrato disponibile e ci ha promesso che continuerà ad esserlo anche nei mesi successivi..
VEDERE IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=naA8z-8-9Yw&feature=youtu.b
SI RINGRAZIANO PER LA COLLABORAZIONE:
- l'esercito italiano
- i governi Prodi, Berlusconi, Monti
- la mafia, la camorra, le lobbies
- tutti i partiti, in particolre il PD, sempre solerte
- le aziende appaltatrici e tutti i loro pregiudicati, al primo posto la CMC, COOPERATIVA ROSSO SANGUE
e soprattutto l'architetto Virano, che porta avanti dal 2005, con tenacia, il difficile compito di pacificatore, con scarsi risultati comunque ben remunerati, come e' la regola in Italia!

IL 14 GENNAIO ALLE 11.30 C’E’ STATA L’INAUGURAZIONE DELLA STAZIONE DI PORTA SUSA alla presenza delle “AUTORITA’”, Fassino, Cota, Foriero, Balduzzi,…:
STRISCIONE: “MONTI MORETTI TRUFFATORI PERFETTI – NOTAV
(VEDI FOTO)
CONTESTATO MONTI A TORINO. CARICHE E FERITI
 “…Al grido di “Monti e Moretti, truffatori perfetti” il presidio si è spostato per circa un’ora in diversi punti fuori dalla stazione, completamente blindata dentro e fuori -comprese le vie laterali limitrofe- e con la fermata della metro Porta Susa soppressa durante la mattinata per l’occasione.
Quando il corteo ha tentato di entrare all’interno della stazione, la prevedibile reazione della polizia di Fassino è stata repentina, caricando il corteo dividendolo in due parti.
Il bilancio delle violenti cariche sono numerosi feriti e due giovani studenti fermati, rilasciati in un secondo momento.
Dopo le cariche, i manifestanti sono riusciti a ricompattarsi, presidiati da un numero ingente di camionette di polizia e carabinieri che in un certo momento hanno tentato anche di accerchiare il presidio che si era ricompattato.
L’inaugurazione blindatissima, è peraltro in linea con quanto dichiarato tempo fa dal questore di Torino Faraoni, che affermò che nel 2012 oltre l’80% delle forze di polizia sono state impiegate in servizi di ordine pubblico nel Torinese per eventi connessi alla linea ad alta velocita’ Torino-Lione”.

LE RAGIONI DELLA PROTESTA NO TAV A PORTA SUSA
Intervista a Cosimo Scarinzi del CUB

VIDEO PROTESTE NO TAV ALLA STAZIONE DI TORINO PORTA SUSA

GIU' LE MANI DALLA VAL SUSA E DA PORTA SUSA!
A TORINO I NOTAV HANNO FATTO SENTIRE LA LORO CORAGGIOSA E DETERMIVATA PROTESTA

TORINO: SCONTRI ALL'INAUGURAZIONE DI PORTA SUSA

ANCHE IL GIONALISTA DEL FATTO E’STATO ALLONTANATO CON UN CALCIO DAL CORDONE DEGLI AGENTI
VEDI a 1min e 40”del VIDEO:
(Vedi infra il video girato dal FQ).

14 genn 13 FQ
“TORINO MONTI INAUGURA PORTA SUSA. SCONTRI TRA POLIZIA E NOTAV
“…Alle 12 c’è stata una carica di alleggerimento in piazza XVIII Dicembre, proprio di fronte alla stazione. I manifestanti hanno lanciato DEGLI OGGETTI verso le forze dell’ordine di Cosimo Caridi” 
A NOI RISULTA SIANO STATE LANCIATE UOVA!

I POLIZIOTTI COLPISCONO I MANIFESTANTE CON CALCI, ECCO UN ESEMPIO, a 4 sec dall’inizio del VIDEO:

FOTO : PORTA SUSA, C'È MONTI LE PROTESTE DELLA PIAZZA

FOTOGALLERY : CORTEI E SCONTRI A PORTA SUSA PER L’INAUGURAZIONE

TG R del 14-GEN-2013 ore 1400
Come sempre il TGR si distingue per la PROFESSIONALITÀ E L’OBBIETTIVITA’ DELL’INFORMAZIONE: se ce la fate a resistere, dopo i discorsi di Monti e i cartelli della Lega, c'è anche una ripresa dello striscione Torino e Cintura...
In autunno altro incontro intergovernativo dopo Lione a Torino per vedere i progressi sul TAV Torino Lione
“…cercare di vincere le pulsioni istintive però devastanti che tante volte hanno bloccato la realizzazione di infrastrutture…”
TG R del 14-GEN-2013 ore 1930
Saitta snobba la cerimonia e, per rimarcare l'abbandono da parte del governo, va a visitare il "cantiere di Chiomonte!! E promette a Pinard il potenziamento della seggiovia del Frais!
(VEDI RS)

NELLA NOTTE TRA IL 14 E il 15 GENNAIO E' TRANSITATO IL 4° TRENO NUCLEARE PER LA HAGUE da Vercelli – Novara – Mortara – Valenza – Alessandria – Asti - Torino – Avigliana – Bussoleno – Bardonecchia – Francia
L'informazione, compreso il “quando”, la dovrebbero dare le Prefetture ed i Sindaci dei Comuni interessati dal trasporto. Ma non lo fanno.
Dovrebbero anche avvisare i cittadini che abitano entro qualche centinaio di metri dalla ferrovia. Ma non lo fanno.
Le scorie che sono a Saluggia dovrebbero, per legge, essere inviate ad un deposito definitivo.
Invece vengono mandate in Francia, a La Hague, sull'Atlantico, dove vengono trattate dalla Areva e poi rimandate a Saluggia con una radioattività ridotta di pochissimo, a quanto pare non più del 2%.
Quindi il trattamento non è affatto necessario, tant'è vero che gli americani le scorie le stoccano così come sono, senza trattarle.
Il trattamento costa, e l'Italia lo paga diverse centinaia di milioni di euro.
15 genn 12 FQ:
“TRENI DELLE SCORIE, NO TAV OCCUPANO BINARI AD AVIGLIANA
“Secondo gli ambientalisti di No Nuke con il solo passaggio il treno emette radiazioni pericolose per chi si trova nelle vicinanze.
La tossicità del convoglio rende necessario che gli amministratori locali vengano informati del passaggio del treno.
Questo è il 4 convoglio, su 12 previsti e di volta in volta le informazioni sulle tempistiche dei passaggi si fanno più incomplete e difficili da reperire anche per gli amministratori.
IN VAL DI SUSA I NOTAV HANNO TENTATO DI ATTIRARE L'ATTENZIONE OCCUPANDO I BINARI DELLA STAZIONE DI AVIGLIANA”
di Cosimo Caridi
DALLA FRANCIA :
COMUNICATO STAMPA DEL COORDINAMENTO CONTRO LA TORINO LIONE
“UN TRENO DI SCORIE NUCLEARI TRAVERSA LE ALPI SULLA LINEA STORICA”
ANCHE LA RETE "SORTIR DU NUCLÉAIRE" HA FATTO RICORSO PER ANNULLARE IL TRASPORTO DI SCORIE RADIOATTIVE DALL'ITALIA VERSO LA FRANCIA.
Tra l'altro perché si tratta di UN MODO PER LASCIARE LE SCORIE "TRATTATE" IN FRANCIA A TEMPO QUASI INDETERMINATO, in modo da "risolvere" il problema in Italia.!!
Anche in Francia nessuna comunicazione alle popolazioni delle zone attraversate.

PROSSIME INIZIATIVE:
MERCOLEDI’ 16 GENNAIO
ORE 21 alle ex Officine Diatto Occupate in via Cesana angolo via Moretta (vicino al Gabrio)
ASSEMBLEA NOTAV  organizzata da NOTAV Torino e Cintura sarà dura, aperta a tutti, per discutere delle prossime iniziative a Torino e in Valsusa.

ORE 21.00 Sala Consiliare Di Bussoleno
ASSEMBLEA PUBBLICA :
CARTELLE PAZZE CONTRO LA CRISI!
Ancora una volta l’amministrazione allasio colpisce i cittadini!
I bussolenesi si meritano anche questo?
Il Gruppo di Bussoleno Provaci

GIOVEDI’ 17 GENNAIO
ORE 21 Corso Brescia 22
VERSO IL 27 GENNAIO 2013, GIORNO DELLA MEMORIA
nuova riunione per fare il punto della situazione, raccogliere altre proposte e mettere a punto materiale adeguato (foto, cartelli, frasi etc.) PER I PRESIDI PROPOSTI:
- sabato 26 ore 15 piazza Madama Cristina
- domenica 27 ore 10,30 sotto il Comune (in concomitanza con la commemorazione ufficiale)
- domenica 27 dalle 20,30 davanti al Liceo D'Azeglio
- lunedi 28 dalle 19,30 davanti al teatro Regio

VENERDI’ 18 GENNAIO
ORE 18 Torino, in C Brescia 22
RIUNIONE LAVORATORI, DISOCCUPATI, PRECARI, CANTIERISTI
Per fare il punto dell’attività fin’ora svolta e decidere  e organizzare  le prossime iniziative, prima domani lo SPORTELLO ITINERANTE LAVORO, CASA, DIRITTI a Porta Palazzo
(VEDI INFRA)
Uniamoci per estendere la lotta per il Salario di Disoccupazione a Tutti
(come in tutti i paesi UE)
Continuando con appelli e presidi al Collocamento, incontri con le istituzioni, ecc.

ORE 21 Centro incontri Via De Santis 12 - Torino
INCONTRO SU AMBIENTE E TERRITORIO
Siamo giunti alla 267° variante al Piano Regolatore al Comune di Torino.
Km di cementificazione stanno pregiudicando lo spazio vitale dei cittadini.
Discuteremo delle principali varianti che minacciano la vivibilità della nostra Città.
Ne discutiamo con:
Emilio Soave (Pro Natura),
Arch. Valter Storti,
Alessandro Pampanoni (Comitato Italia 61)
ed altri esperti.

ORE 21 Rivalta, Via Balegno 8 - Centro Incontri "ex Mulino"
LA TRAPPOLA DELL'EURO
incontro con Marino Badiale e Fabrizio Tringali.
Partecipa Davide Bono, consigliere regionale per il Movimento 5 Stelle

ORE 21 MILANO presso il Gruppo Anarchico Bruzzi-Malatesta, Via Evangelista Torricelli, 19 (dalla stazione Mi Centrale Metro 2 Verde direzione Abbiategrasso fermata Romolo)
DIBATTITO SU NOTAV E REPRESSIONE
Saranno presenti alcuni Compagni Notav Imputati e due avvocati della difesa.
Organizzato dal gruppo anarchico Bruzzi Malatesta Milano e dal G.l.c.a. l'erba Casatenovo
(Il processo riprenderà lunedì 21 gennaio 2013 a Torino)

SABATO 19 GENNAIO
ORE 10- 12 Torino Piazza della Repubblica, sotto l’orologio del mercato coperto di Porta Palazzo
SPORTELLO ITINERANTE LAVORO, CASA, DIRITTI
TORINO : 100.000 SENZA LAVORO
MIGLIAIA DI MOROSI E SFRATTATI
Senza LAVORO e Senza SOLDI Come facciamo a pagare ?
A partire dai redditi zero, campagna per:
- Far sospendere bollette domestiche (AFFITTI, acqua, elettricità, gas, rifiuti) e relative cartelle Equitalia
- Far sospendere pagamento servizi (trasporti, asili, sanità)

ORE 20.00 presso il Villaggio Martin Luther King (Via Mattie 11, Meana di Susa
CENA RACCOLTA FONDI CON POLENTA E UNA LOTTERIA
per contribuire al costo del viaggio dalla Palestina alla Valle di Susa di ABDALLAH ABU, che, con Luisa Morgantini ex Deputata europea e Vice Presidente del Parlamento Europeo, saranno in Valle di Susa il 26 e 27 di gennaio (SABATO 26  ORE 20.30 AL POLIVALENTE DI VENAUS)
Offerta suggerita 15 euro.
Per prenotare chiamate entro mercoledì, 16 gennaio:
- Lisa Ariemma al 338.678.3558 oppure
- Emanuela Tomassone al 339.738.0268.
Non esitate a contattare Lisa ilianalisa@hotmail.com per altre informazioni
ABDALLAH È IL COORDINATORE DEI COMITATI POPOLARI PER LA RESISTENZA NONVIOLENTA PALESTINESE, DEL VILLAGGIO DI BIL’ IN
Arrestato più volte per i suoi ideali, è stato condannato a 18 mesi di carcere. Il Vice Presidente della Commissione Europea e Alto Rappresentante del'Unione Europea per gli Affari Esteri
Catherine Ashton ha dichiarato che Abdallah è un “difensore dei diritti umani”. http://it.paperblog.com/la-ue-contesta-la-condanna-ad-un-palestinese-che-aveva-protestato-contro-il-muro-che-divide-palestina-e-israele-85096/
Organizzato dall’Associazione Culturale “Dal Gallo Sebastiano” e il PresidioEuropa No TAV

DOMENICA 20 GENNAIO
ORE 11 presso CIRCOLO FUORILUOGO Corso Brescia 14 - Torino
INCONTRO CON UN COMPAGNO DI RITORNO DALLA STRISCIA DI GAZA
(missione Benvenuti in Palestina 4 vedi http://www.freedomflotilla.it/)
a seguire
PRANZO DI AUTOFINANZIAMENTO
(prenotazioni entro venerdi 18 al num. 3277391251 oppure sangyc@libero.it
promuove centro documentazione Falastin

Altre iniziative su :
Per aggiornamenti e documentazione NOTAV andare sui siti :
Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files su :
Il giornale dei macchinisti delle ferrovia stampato a Milano, riporta notizie su NO TAV Val di Susa, info contro il partito trasversale degli affari e altre su http://www.latalpadimilano.it/,

AUTOFINANZIAMENTO DELLE SPESE LEGALI DEL MOVIMENTO.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito in quanto militanti NO TAV, ma ciò nonostante i costi legali sono alti.
NUMERO DI CONTO E LE COORDINATE BANCARIE
Conto corrente postale intestato a Pietro Davy:
1004906838IBANIT22L0760101000001004906838

INDYMEDIA ITALY CAMPAGNA DI AUTOFINANZIAMENTO
In questi anni hai partecipato ad Indymedia, o ne hai usufruito?
Ora è Indymedia ad aver bisogno di te.
Il server grazie al quale sarà possibile accedere ad alcuni nodi locali ed agli archivi di Indymedia ha un costo.
Per questo abbiamo deciso di avviare una campagna di autofinanziamento.
Paypal:
Postepay:
Intestatario: Albarello Diego
Numero Carta: 4023600635454392
La donazione su postepay è da effettuarsi alle poste mediante una procedura di ricarica della carta, specificando il numero carta su cui effettuare il versamento e l'intestatario della stessa; la commissione è di 1€ e per l'operazione è necessario un documento di identità valido.

E’ DISPONIBILE IL LIBRO:
“RESA DEI CONTI ALLA MADDALENA. 2010-2011. Diario di due anni di lotta contro l’alta velocità in valle di Susa”.
Di Fabrizio Salmoni , con una prefazione di Marco Revelli e un’appendice fotografica di Luca Perino e Camilla Pasini. Editore Luciano Celi (Lu::Ce).
Lo si trova da oggi a La Città del Sole di Bussoleno, alla Bottega del Libro (via Santa Maria, Torino) e diverse altre librerie di cui la distribuzione ci fornirà la lista.
Il libro può anche essere richiesto online a info@luce-edizioni.it.

ALCUNI ALTRI SERVIZI TV,  TG E QUOTIDIANI

PORTA SUSA, UN CLASSICO : PROGETTO DA 55 MILIONI, ORA SI LEGGE 79 MILIONI …CHISSA’ QUANTO SARA’ COSTATA DOPO TUTTI QUESTI RITARDI!
12 gennaio 2013 Repubblica :
PORTA SUSA MONTI ALLA TERZA INAUGURAZIONE
IL PREMIER DOMANI NELLA MODERNA STAZIONE IDEATA NEL 2001 E CHE HA AVUTO INTER LABORIOSO TRA LAVORI INTERROTTI E FALLIMENTO DELLE DITTE CHE AVEVANO AVUTO L'APPALTO
di MARIACHIARA GIACOSA
…Una  vita travagliata quella della stazione super tecnologica progettata dai francesi del gruppo Arep insieme ai due architetti italiani Silvio D'Ascia e Agostino Magnaghi, soprattutto se si pensa che quando è stato bandito il concorso per disegnarla, nel 2001, l'idea era quella di averla pronta per le Olimpiadi del 2006.
 Così non è stato e la stazione, nella sua versione definitiva, ha mancato anche l'appuntamento con i festeggiamenti di Italia 150. In realtà, all'epoca, i binari funzionavano e la struttura sotterranea era perfettamente operativa, ma la stazione, con la sua galleria in vetro che i pendolari attraversano a piedi per raggiungere i treni, era ancora incompiuta.
IL PROGETTO, 79 MILIONI DI EURO, è appunto del 2001, ma il primo appalto è stato assegnato solo nel 2006 alla Cogel, che però nel 2008 (quando la stazione avrebbe già dovuto essere finita da un anno) aveva svolto appena il 5 per cento dei lavori. Così Fs ha sciolto il contratto e assegnato l’intervento alla seconda classificata, una cordata guidata da Pivato Bit.
Poi, nel 2010, la capofila Pivato dichiara fallimento e i lavori rischiano lo stop.
Che viene però scongiurato dalla Cesi, un'azienda della cordata, che ha proseguito i lavori fino a ora….”
http://torino.repubblica.it/cronaca/2013/01/12/news/porta_susa_monti_alla_terza_inaugurazione-50415396/

14 genn 13 Repubblica :
“MONTI INAUGURA PORTA SUSA "TAV, NO A PULSIONI DISTRUTTIVE"
Il premier all'inaugurazione della nuova stazione: "Spesso hanno bloccato opere importanti". Annunciato un vertice italo-francese per l'autunno.
Molte proteste in piazza: dai taxisti ai No Tav, dai lavoratori De Tomaso agli studenti. FISCHIATO IL MINISTRO FORNERO: "VAI A LAVORARE".
TENSIONI COI MANIFESTANTI E UNA PICCOLA CARICA DELLA POLIZIA
di F. CRAVERO e M. GIACOSA “OCCORRE VINCERE LE PULSIONI ISTINTIVE, PERÒ DEVASTANTI, che talvolta hanno bloccato la realizzazione di infrastrutture che sono importanti per il sistema dei trasporti e la competività del nostre Paese".
Lo ha detto il premier Mario Monti, alludendo alla Torino-Lione pur senza mai nominarla, nel suo discorso all'inaugurazione della nuova stazione Porta Susa. L'ex premier ha poi annunciato un vertice italo-francese in autunno. ....”http://torino.repubblica.it/cronaca/2013/01/14/news/porta_susa_arriva_monti_in_piazza_cento_proteste-50504206/

L’IMMANCABILE DOCUMENTATISSIMO NUMA …
14 genn Stampa :
“MONTI INAUGURA PORTA SUSA SONTRI TRA NO TAV E POLIZIA
All’esterno della stazione la protesta dei tassisti contro le misure fiscali volute dal governo.
I No Tav cercano di sfondare i cordoni di protezione
massimo numa torino
Scontri questa mattina, nella giornata dell’inaugurazione della nuova stazione di Porta Susa alla presenza del presidente del Consiglio Mario Monti.
Una delegazione di una cinquantina di No Tav ha lanciato slogan ed ha cercato successivamente di sfondare il cordone di protezione.
Immediata la reazione delle forze di polizia che hanno effettuato delle cariche di alleggerimento, mettendo in fuga i manifestanti lungo via Cernaia.
Un giovane è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e travisamento, mentre un altro manifestante è stato soccorso e medicato in seguito alle cariche.
Tra le forze dell’ordine un agente è stato colpito al volto riportando una contusione, che è stata medicata sul posto dai sanitari.  
Un centinaio di autonomi con una delegazione di operai della De Tomaso ha intonato slogan di protesta e mostrato striscioni all’esterno della stazione.
Un presidio di tassisti ha protestato in silenzio, esponendo striscioni polemici contro le misure fiscali volute dal governo Monti.  
Sull’area di Porta Susa si sentono volare gli elicotteri delle forze dell’ordine in pattugliamento di sicurezza. Intanto i vigili urbani hanno chiuso per precauzione tutte le traverse di piazza 18 Dicembre.

14 genn 2013 Stampa
“Monti inaugura la stazione Porta Susa
“OPERA FONDAMENTALE PER TUTTA L’ITALIA”
Il premier: «Torino esempio di un Paese che avanza».
Parata di ministri all’apertura dello scalo
maurizio tropeano torino
…Ad accogliere Monti c’erano anche il sindaco di Torino, Piero Fassino e i ministri “torinesi”, da Francesco Profumo a Renato Balduzzi fino ad Elsa Fornero, che il ministro ha abbracciato appena sceso dal treno. Dopo la cerimonia il premier ha inaugurato la stele che ricorda l’approvazione dello statuto albertino.
Fuori la protesta della Lega Nord e di Fratelli d’Italia.
Più lontano, tenuti a distanza da un imponente spiegamento di forze dell’ordine Cub e comitati No Tav che sono stati caricati quando hanno cercato di forzare il blocco di accesso in corso Bolzano….”  

14 genn 2013 Stampa
“Mario Monti inaugura Porta Susa
TAGLIO DEL NASTRO TRA PROTESTE E PRESIDI
L’infrastruttura che cambierà i trasporti a torino
La nuova stazione è più grande di piazza San Carlo: così Porta Nuova diventa di serie B
alessandro mondo torino
I torinesi hanno già preso dimestichezza da un pezzo con accessi, percorsi e scale mobili. La giornata odierna, però, è significativa perchè sancisce la terza e (forse) ultima inaugurazione dell’avveniristica stazione di Porta Susa progetta dai francesi del gruppo Arep con i due architetti Silvio D’Ascia e Agostino Magnaghi.
Dodici anni dopo il concorso per disegnarla ( anno di grazia 2001), archiviate le Olimpiadi di Torino 2006 e le celebrazioni per Italia 150, l’infrastruttura è pienamente operativa. 
…Plauso alla nuova stazione, ma non basta: per il rilancio economico e sociale del Piemonte servono altre infrastrutture, cominciando dalla Tav.
Questo, in sintesi, il pensiero degli “azzurri”, rappresentati da Enzo Ghigo, Bartolomeo Giachino, Osvaldo Napoli, Nadia Loiaconi, Daniele Cantore e Andrea Tronzano.
 L’occasione per sottolineare i meriti dei Governi Berlusconi.
Stamane toccherà a Fratelli d’Italia, il nuovo partito di centrodestra nato da una costola del Pdl: in questo caso prevarrà la polemica contro Monti, sollecitato a sbloccare i fondi per la Torino-Lione «invece di fare campagna elettorale con quelli dei piemontesi».
Agostino Ghiglia, deputato di FdI, che diserterà il parterre delle autorità per manifestare con i suoi. 
No Tav e dintorni.  
No alla politica dei tagli, no alla Tav, no alla riforma del lavoro targata Fornero: questi i cardini della protesta organizzata dagli antagonisti in piazza XVIII Dicembre. ..”

15 gennaio 2013 FQ :
“MONTI E L INSOSTENIBILE INUTILITÀ DELLA TAV
di Alberto Lucarelli
“Inaugurando la nuova stazione Tav di Porta Susa a Torino, l’ex presidente del Consiglio Mario Monti l’ha indicata quale “simbolo di un Paese che non ha paura”.
Alla lettura di questa frase per me è stato inevitabile richiamare le violente cariche della polizia contro le legittime proteste del Movimento No Tav in Val di Susa, azioni di repressione del dissenso che si sono puntualmente ripetute anche durante l’inaugurazione del terminal ferroviario.
Una reazione di rabbia personalissima – ma credo condivisa da tutte le persone di buon senso che hanno a cuore l’equilibrio ambientale – cresceva con il progredire delle dichiarazioni dell’ex premier alla stampa: “questa stazione è metafora della vita – aggiunge Monti – è il presente che diventa futuro, l’incontro dell’Italia con il domani. L’alta velocità è il simbolo di un Paese che avanza, un Paese aperto, dinamico, coraggioso che sa rinnovarsi e non ha paura del nuovo”.
Vorrei soffermarmi su questa frase per rilevare il cumulo di nefandezze, contraddizioni e falsità contenute, iniziando dal riferimento alla “metafora della vita”: come giustificare questa affermazione con le centinaia di feriti negli scontri, come Luca Abbà, caduto da un traliccio dopo essere stato folgorato, e soprattutto con la devastazione di un patrimonio agricolo e forestale, che aprirebbe la strada ad un dissesto idrogeologico impossibile da arginare e soprattutto ad alto rischio, in relazione alla documentata presenza di amianto e uranio nelle montagne che dovranno essere attraversate da decine di chilometri di gallerie?...”

AUTOREVOLE CONFERMA DALLA SPAGNA DELLA INUTILITA’ DELL’ALTA VELOCITA’
11 genn 12 El País .
“EL AVE SOBREVUELA LA CRISIS (Il TAV SORVOLA LA CRISI)
prendendo spunto dalla recente  inaugurazione della nuova tratta di alta velocità tra Barcellona e la  frontiera francese, viene fatta un'analisi della questione "alta velocità" in Spagna:
“…NON ESISTE NESSUNO STUDIO ATTENDIBILE, REALIZZATO DA ESPERTI, CHE  DIFENDA CON UN MINIMO DI ENTUSIASMO GLI INVESTIMENTI DELLO STATO  SPAGNOLO NELL'ALTA VELOCITÀ.
Al contrario, le analisi esistenti mostrano che il bilancio è  deludente e rovinoso.
Questo giornale ha chiesto al Ministero dello  Sviluppo di fornire i nominativi di esperti che abbiano difeso nei  loro scritti l'opportunità degli investimenti nell'alta velocità  [...].
I nomi non sono stati forniti, in compenso, il sito Internet di  Adif [Administrador de Infraestructuras Ferroviarias] cerca di  spiegare quali siano i benefici che l'alta velocità apporta alle regioni attraversate: "Molte regioni spagnole potranno beneficiare dell'interoperabilità tra la rete convenzionale e la rete ad alta  velocità grazie alla tecnologia degli adattatori di scartamento".
[le ferrovie spagnole hanno una distanza tra i binari maggiore di quella standard; le linee ad alta velocità hanno adottato lo scartamento standard]
La bibliografia contraria è clamorosa. Ci sono esempi comparativi per  tutti i gusti.
La linea Madrid-Siviglia (che ha 20 anni di vita)  raggiunge una media di 14.000 passeggeri per chilometro, più della  Madrid-Barcellona (9000), ma ben lontano dalla Parigi-Lione (59.000) o  dallaColonia-Francoforte (51.000 ) per non parlare della Tokyo-Osaka  (235.000).
Per giustificare i costi operativi, una linea deve avere  tra 6,5 e 8 milioni di passeggeri all'anno e nessuno dei  collegamentispagnoli raggiunge tale rapporto.
Sembra che sia stato  dimenticato che non molto tempo fa sono stati sospese delle linee ad  alta velocità ridicole (Toledo, Cuenca, per esempio) in cui il numero di passeggeri medi giornalieri non raggiungeva la decina.
Continuano ancora a essere celebrate stazioni come quella di Guadalajara o di  Tardienta, dove capita che per intere giornate nessuno prenda il treno. Tardienta è scesa sotto i mille abitanti nel 2012, ma ha una  stazione ferroviaria.
E' questo il modello di prosperità per  "costruire la Spagna"?...”

MA I NOSTRI POLITICI, GRANDI E PICCOLI, NON LEGGONO…MA COMPENSANO!
14 GEN 13 ANSA :
“SAITTA SUBITO OPERE SVILUPPO VAL SUSA
Il presidente della Provincia Antonio Saitta era a Chiomonte, nel cantiere Tav, mentre a Torino si inaugurava la nuova stazione di Porta Susa.
Ha incontrato il sindaco Renzo Pinard ''per fare il punto sulle necessita' degli amministratori della Valle di Susa.
E' urgente - dice - che partano subito i lavori di sviluppo per la Valle.
Le priorita' sono la metanizzazione di Chiomonte e di tutti i Comuni limitrofi ed il potenziamento dell'impianto di risalita del Pian del Frais''.

TRENO NUCLEARE
15 genn 13 Stampa :
“Avigliana protesta No Tav contro il treno delle scorie
Alcune decine di attivisti si sono sdraiati sui binari per tentare di fermare il convoglio diretto
in Francia.
La contestazione si è conclusa senza incidenti”
massimo numa

TOTO CANDIDATI: EQUILIBRISMI ELETTORALI A CACCIA DI VOTI
11 genn 12 Luna Nuova :
”ELEZIONI CON INGROIA SPUNTA NILO DURBIANO
Centrodestra ancora in alto mare, pronte le liste del Pd
Questione di giorni, forse di ore, e sapremo se la valle No Tav avrà un suo candidato alla Camera in posizione quasi sicura alle spalle di Antonio Ingroia nelle liste di “Rivoluzione civile”.
IN BALLO C’È SEMPRE IL NOME DI NICOLETTA DOSIO, storica attivista No Tav ma anche segretaria del circolo Prc di Bussoleno, ma nelle ultime ore sta prendendo sempre più corpo un’altra candidatura di impronta No Tav: quella di Nilo Durbiano, sindaco di Venaus.
E i bene informati sostengono che sia proprio lui ad avere le maggiori chance.
Nel centrodestra le candidature sono ancora in alto mare.
Ma la scissione degli ex An più gli azzurri che seguiranno Guido Crosetto, non è la causa principale.
Seguiranno Crosetto, Ghiglia e gli assessori Bonino e Ravello, i sindaci di Sauze d’Oulx, Mauro Meneguzzi, e di Bardonecchia, Roberto Borgis, e i consiglieri di minoranza di Grugliasco, Viorel Vigna, di Rivoli, Valerio Calosso e Villarbasse Dorina Colaninno.
Le liste sono in formazione come quelle del Pdl, ma nel partito di Berlusconi la fibrillazione è al massimo.
La capolista del collegio Piemonte 1 dovrebbe essere addirittura Daniela Santanché.
Nulla è ancora stato deciso su deputati uscenti del calibro di Lucio Malan e Osvaldo Napoli e sugli assessori regionali che continuano a premere per un posto alla Camera o al Senato: Alberto Cirio, Claudia Porchietto e Michele Coppola.
Giochi fatti invece nel centrosinistra.
I candidati del Pd alla Camera che sono sicuri di passare sono:
Cesare Damiano, Paola Bragantini, Giacomo Portas, Francesca Bonomo, Edo Patriarca, Anna Rossomando, Andrea Giorgis, Antonio Boccuzzi, Silvia Fregolent, Umberto D’Ottavio, Davide Mattiello, Roberto Tricarico.
Al Senato, i sicuri sarebbero:
Ignazio Marino, Stefano Lepri, Vannino Chiti, Daniele Borioli, Elena Ferrara, Elena Fissore, Nicoletta Favero, Nerina Dirindin, Patrizia Manassero, Magda Zanoni, STEFANO ESPOSITO.

E INVECE….
15 genn 2013 Stampa :
“FERRERO E IL SINDACO NO TAV NELLA LISTA PIEMONTESE DI INGROIA
L’ex pm antimafia capolista di Rivoluzione Civile, seguito dall’esponente dell’associazione Libera.
Poi il segretario del Prc, che dovrebbe tornare alla Camera
maurizio tropeano
E alla fine anche Rivoluzione Civile ha delineato la testa di lista in Piemonte.
Il numero 1 è l’ex pm antimafia, Antonio Ingroia, dietro di lui c’è Gabriella Stramaccioni, vicina a Libera.
L’ex ministro del welfare del governo Prodi, Paolo Ferrero, è il numero 3 ma dalle indiscrezioni che arrivano da Roma potrebbe tornare alla Camera dei Deputati perché se la formazioni raggiungerà il quorum l’ex pm e l’esponente della società civile dovrebbero optare per altri seggi.
Nella testa di lista non c’è Nicoletta Dosio, una delle leader storiche del movimento No tav e segretaria Prc di Bussoleno.
Ancora incerta la collocazione di Nilo Durbiano, sindaco No Tav di Venaus. Ex iscritto al Pd, ora nei Verdi, Durbiano è sostenuto da una folta pattuglia di amministratori locali anche se sarà in lista non potrà essere eletto.
Al quinto posto, Vincenzo Chieppa, segretario Pdci del Piemonte”.

15 gennaio 2013 Repubblica :
INGROIA SCEGLIE FERRERO CANDIDATO IN PIEMONTE 1
L'ex ministro, ora segretario di Rifondazione, sarà il numero due alla Camera per "Rivoluzione civile" dietro il magistrato.
ESCLUSI I NO TAV DALLA TESTA DI LISTA
Antonio Ingroia ha scelto Paolo Ferrero su Piemonte 1 alla Camera.
Il segretario di Rifondazione ed ex ministro del Lavoro del governo Prodi ha "sconfitto" gli altri aspiranti per il secondo posto nella lista degli arancioni di 'Rivoluzione civilè per il quale "concorrevano" la parlamentare uscente Patrizia Bugnano (idv) e Nilo Durbiano (lista civica di sindaci con De Magistris), sindaco di Venaus e candidato dei movimenti che sostengono il magistrato palermitano che è capolista in tutti i collegi.
Ancora da definire invece la candidatura su Piemonte 2 e per il Senato, dove però la lista dovrà superare il quorum dell'8 per cento.
È quindi tramontata l'ipotesi di avere un No Tav valsusino in Parlamento: non è passata infatti la candidatura di Nicoletta Dosio, attivista No Tav e responsabile del circolo di Rifondazione di Bussoleno….”

11 genn LN Un progetto definitivo che cambierà la piana di Susa
Recepite le osservazioni del Comune di Susa salvate due case su cinque dall'abbattimento
Il progetto definitivo del Tav è concentrato soprattutto sull’area di Susa che avrà, da una parte, il grande cantiere e, dall’altra, uscirà trasformata dopo il decennio di lavori.
Al posto della spianata quasi sempre semivuota cha si estende da Traduerivi a San Giuliano, ci saranno sia la stazione internazionale che l’area di servizio e soccorso del tunnel di base.
A fianco della statale 24, all’altezza dello svincolo per l’autoporto, verrà realizzata una rotonda da cui si diramerà la bretella della 24 realizzata lungo l’autostrada, fino alle porte della città.
Lo spostamento di tutta la viabilità dentro l’area Consepi-Sitaf permette di salvare i terreni di Traduerivi, evitare l’attraversamento statale-ferrovia e anche di salvare due case su cinque di cui era previsto l’abbattimento.
(di Massimiliano Borgia)

11 gennaio 2013  Repubblica :
“GRILLO: ''SE CASA POUND VUOLE ENTRARE NEL M5S, NON VEDO PROBLEMI OGGETTIVI''
"Avete idee condivisibili, alcune più, alcune meno. Ma se un ragazzo di Casa Pound vuole entrare a far parte del Movimento, non vedo problemi oggettivi".
Lo dice Beppe Grillo al candidato alla Regione Lazio per Casa Pound Italia.
Riuniti di fronte al Viminale per la presentazione del simbolo elettorale, al leader del M5S viene chiesto se si considera un antifascista: "È un problema che non mi compete, questo è un movimento ecumenico, se un ragazzo di Casa Pound volesse entrare nel Movimento Cinque Stelle e ha i requisiti, ci entra". E ancora: "Questa è democrazia".
Poi scambia con il candidato di Casa Pound alla Regione Lazio alcune idee di politica economica:
"Non possiamo non essere d'accordo sui concetti". E conclude: "C'è una violenza che sta per esplodere. Lo Stato deve prendersi in mano l'energia, non le multinazionali. Deve gestire sanità, strutture, scuola, autostrade, informazione. Noi siamo la controparte strutturale del Palazzo: sto parlando con te che sei un esponente di estrema destra, ma sembri un delegato del Movimento Cinque Stelle"
Beppe Grillo & Casapound al Viminale 10.1.2013 –
VIDEO INTEGRALE NON MANIPOLATO



7 commenti:

il monticiano ha detto...

Nico'pensa che bella coppia Grillo e Casa Pound. saremmo stati felici per tutto il resto delle nostre vite.
Mavaf....lo a loro e chi li segue.
Un caro saluto,
aldo.

Adriano Maini ha detto...

Un reportage esauriente!

Pietro ha detto...

Grazie per questo ottimo post molto informativo e particolareggiato.
Un saluto, Nicola, buon venerdì!

Luca and Sabrina ha detto...

Che pagina amara, che tra l'altro si va ad aggiungere a tutte le altre.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

rosy ha detto...

Nicola voglio leggere bene questo post lo farò con calma col PC fisso col tablet mi e diccile anche perché non sono ancora pratica. Ci risentiremo. Un abbraccio..ciao

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottimo reportage!
Serena domenica.

rosy ha detto...

Caro Nicola, ho letto e visto i vari video.
Come al solito pur di spendere il danaro pubblico ci riempono gli occhi di fumo.
Ma non hanno capito che ci siamo svegliati e pagine come queste non fanno che farci capire in che mani stiamo.

Sto facendo ricerche varie su tutti i movimenti politici e quello che leggo mi allontana sempre di più dalla politica e votare a febbraio mi mette addosso ansia.

Monti non mi piace, la sua imposizione cattedrale mi urta tanto.

Grazie per questo post dove hai riportato con tanta cura e precisione attraverso link e video un'amara e reale realtà.

Buona settimana a te e famiglia.
Ti abbraccio.