Una finestra sul Mondo

Arte - L'immagine del giorno

Astronomia - Un'immagine al giorno



Il gadget che stava qui è sospeso per 24/48/60 ore.
Stiamo valutando una soluzione alternativa.
Ghe pensi mi, così si espresso il Presidente dell'Isola che ha già riunito un'apposita task force che si concentrerà per trovare la soluzione migliore nel minor tempo possibile.
Nel frattempo nell'Isola c'è agitazione.
Pare esistano forme di vita intelligenti.
Il Presidente è sconvolto dalla raggelante novità.


lunedì 27 febbraio 2012

TUTTI A GIAGLIONE e Bussoleno contro l'allargamento del cantiere e Aggiornamenti

TUTTI A GIAGLIONE !

Questa mattina dalle 8 è in corso lo sgombero della baita del Clarea, i compagni sono stati identificati, nessuna violenza, sembra verranno semplicemente riportati a Giaglione

La polizia ha chiuso l'accesso alla baita dalla strada sterrata, ha chiuso l’autostrada da Susa a Salbertrand

Luca Abbà alle 8.30 ha raggiunto la baita e si è arrampicato su un traliccio a 10 metri, i rocciatori hanno iniziato a salire, lui ha avvisato che se fossero saliti avrebbe continuato la sua arrampicata e cosi' è stato!

Ad un certo punto si è vista una scintilla... Luca è caduto quasi a peso morto da un'altezza di 15 l 20 metri, è rimasto a terra immobile, i compagni sono impediti ad avvicinarsi.....

Pochi minuti fa su radioblackout un compagno avvisa che sembra che Luca abbia ripreso a muovere le gambe, ma le sue condizioni restano CRITICHE e i SOCCORSI HANNO TARDATO AD ARRIVARE!

E' COMUNQUE VIVO!

Collegamenti in diretta su radio blackout: http://radioblackout.org/

CHI PUO’ VADA SUBITO AL PARCHEGGIO DI GIAGLIONE, PER CHI NON PUÒ L'APPUNTAMENTO È ALLE 17,30 A BUSSOLENO NELLA PIAZZA DEL MERCATO.

Per chi vuole sostenere il movimento in Italia, organizzi iniziative di protesta e informazione in tutto il territorio nazionale per le 18 nella propria città.

a sarà dura!



AGGIORNAMENTI

MANIFESTAZIONE DEL 25 FEBBRAIO BUSSOLENO- SUSA, AGGRESSIONE A PORTA NUOVA E AMPLIAMENTO CANTIERE CHIOMONTE



FOTO MANIFESTAZIONE

http://fotoalbum.virgilio.it/alice/davi.luciano/manifestazionebusso/

https://picasaweb.google.com/109928135826402361384/ManifestazioneBussolenoSusa#slideshow



25 febbraio 2011 La Marcia dei No Tav

http://www.youtube.com/watch?v=pJe5CKfYxBk&feature=player_embedded



Interviste NOTAV realizzate il 25/02

http://www.youtube.com/watch?v=Wi_hzySoILU&feature=player_embedded



I familiari degli arrestati NOTAV alla manifestazione del 25 febbraio

http://www.youtube.com/watch?v=9FnRDxO1-Kw&feature=player_embedded



Via andateci voi

http://www.youtube.com/watch?v=cUhI7AVjNNA&feature=player_embedded





DALLA STAMPA :

VIDEO Tra i sindaci No Tav della Valle in cammino

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/121872/

FOTOGALLERY : Maschere e carri In Valsusa sfila il corteo No Tav
http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/121855/

VIDEO : In marcia a suon di tamburo: ecco il popolo No Tav

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/121870/



DA REPUBBLICA :

VIDEO Corteo No Tav: il carro allegorico

http://video.repubblica.it/dossier/battaglia-no-tav/corteo-no-tav-il-carro-allegorico/88972/87365

Foto Corteo No Tav, i preparativi migliaia già in piazza

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/02/25/foto/corteo_no_tav_i_preparativi_migliaia_gi_in_piazza-30483323/1/

VIDEO Migliaia di persone in marcia

http://video.repubblica.it/dossier/battaglia-no-tav/corteo-no-tav-la-sfilata/88976/87369

VIDEO Perino: "Le minacce a Caselli? Stupidaggini"
http://video.repubblica.it/dossier/battaglia-no-tav/corteo-no-tav-il-leader-perino/88974/87367

VIDEO Lo slogan: "Chiomonte come Atene"
http://video.repubblica.it/dossier/battaglia-no-tav/corteo-no-tav-chiomonte-come-atene/88991/87384

FOTO No Tav, scontri a Porta Nuova
http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/02/25/foto/no_tav_scontri_a_porta_nuova_le_foto_diffuse_su_twitter-30510564/1/



TG R del 24-FEB-2012 ore 1930

http://www.youtube.com/watch?v=FBkeUfmpwMM

Manifestazione contro il TAV - marcia da Bussoleno a Susa, ritrovo alla piazza della Stazione di Bussoleno.

Parla Ferrentino che si dissocia ed anche Caselli, Ghigo e Morgando dicono la loro, ognuno è ovviamente libero di dire la sua.



TG R del 25-FEB-2012 ore 1930

http://www.youtube.com/watch?v=CEIST70Aaxk

Grande Manifestazione oggi tra Bussoleno e Susa. Molti sono arrivati anche da lontano a portare la loro solidarietà alla valle di Susa Militarizzata



TG 3 del 25 FEB-2012 ore 1900

http://www.youtube.com/watch?v=p_O9u15pSTg

Preoccupazione per il programma previsto per la prossima occupazione "manu-militari" dell'area del futuro cantiere.



TG R del 26-FEB-2012 notte

http://www.youtube.com/watch?v=w8Wc_tJcwsY

Tafferugli a Porta Nuova



TG 5 del 26-FEB-2012 ore 800

http://www.veoh.com/watch/v28634650bshXWD3e



TG R del 26-FEB-2012 ore 1400

http://www.youtube.com/watch?v=Die7D28_n4w



TG R del 26-FEB-2012 ore 1930

http://www.youtube.com/watch?v=2FbdEv9UkdA

Osservate il “ragazzo” vestito di nero, senza capelli o con un berretto chiaro in testa, che lancia ripetutamente pietre dal minuto 1:35 a 1:39 ; nel TG notte (VEDI PRIMA) si può notare che è amichevolmente in mezzo ai Poliziotti per ben due volte; nei TG successivi questa seconda parte è scomparsa.



TG R + TG 3 del 26-FEB-2012 ore 2345

http://www.youtube.com/watch?v=RhSWVZapMOE



QP, scontri a Porta Nuova

http://www.youtube.com/embed/fTk6Syrhvlk

Prima la manifestazione pacifica poi gli scontri. Terminato il corteo pacifico e colorato, molti partecipanti sono rientrati in città con il treno. Arrivati alla stazione di Porta Nuova ad attenderli c'erano le forze dell'ordine schierate in tenuta anti sommossa. Secondo fonti di polizia, gli agenti si sarebbero avvicinati al binario per aiutare il personale di Trenitalia nel controllo dei biglietti e la tensione sarebbe nata proprio dal fatto che alcuni manifestanti ne erano sprovvisti. Ma proprio durante la trattativa (poi terminata con la decisione di vendere un biglietto cumulativo del costo di 500 euro) e partita la prima carica, seguita da altre due.
Per i manifestanti, che contano diversi feriti, si sarebbe trattato di una provocazione premeditata delle forze dell'ordine. La questura, che accusa gli antagonisti di aver lanciato sassi e fumogeni, riferisce di un agente della Digos di Milano rimasto ferito a un occhio.



TESTIMONIANZE

VIDEO DI PINUCCIA, CARICATA E FERITA A PORTA NUOVA AL RITORNO DALLA MANIFESTAZIONE NOTAV:

http://www.youtube.com/watch?v=74RlA52cDRA&feature=youtu.be



Da Massimo Zucchetti :

"Dopo la più bella e partecipata e pacifica manifestazione della storia della valsusa, ragazzi di Milano, Asti e altre città sono tornati in treno a Torino, per poi prenderne uno verso casa, tutti credo molto stanchi, felici e con nessuna voglia di altro se non tornare tranquilli.
A Porta Nuova hanno trovato un vero e proprio agguato. Il signor Spartaco Mortola è ora a capo della Polizia Ferroviaria di Torino, dopo essersi così distinto nei fatti della Caserma Diaz a Genova nel 2001 da meritare due condanne, in primo e secondo grado, e la proposta di interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. Nonostante ciò, è stato posto nell'agosto scorso a capo della polfer, e oggi ha compiuto il suo "dovere".

Centinaia di agenti in tenuta antisommossa attendevano i ragazzi NOTAV con un vero e proprio agguato, ripetiamo.

Le testimonianze parlano di un impedimento fisico a tutti coloro che avessero un aspetto da "centrosociale" di salire sui treni, pretendendo la mancata presentazione del biglietto.

Di solito la "polfer" non verifica i biglietti, questo lo fanno i controllori, ma si sa, questo è un caso speciale. Come si sarebbe fatto, se no, a "creare" l'incidente, tanto voluto e non verificatosi per nulla in Valsusa, dove i manifestanti, ripeto 75/80.000, avevano VINTO?

A quanto pare, i ragazzi d Milano viaggiavano in gruppo e avevano un biglietto cumulativo - per avere sconto - che supponevano includesse anche il ritorno e non solo l'andata…

Comunque: una prima carica della polizia - con rincorsa di 20 metri - è avvenuta a danno del gruppetto, totalmente PACIFICO, di ragazzi-rappresentanti che si erano avvicinati per capire semplicemente cosa volessero impedire tutti questi poliziotti."

LA POLIZIA PROVOCA, CARICHE A FREDDO AI NO TAV A PORTA NUOVA

"Ho parlato con Giorgio Cremaschi, presidente FIOM che era lì.

I ragazzi NOTAV di Milano avevano un biglietto cimulativo valido solo x l'andata, contrariamente a quanto in buona fede credevano.

Sono stati caricati una prima volta per impedire loro di salire sul treno.

Hanno concordato di pagare l'integrazione del biglietto.

A quel punto sono stati caricati di nuovo A FREDDO e violentemente coi manganelli mentre erano in fila per salire sul treno.

Cremaschi e altri sono scesi a protestare, parlato con la digos e ottenuto che i ragazzi, compresi TRE FERITI SERIAMENTE PESTATI e vari contusi, potessero salire e tornare a casa.

QUESTA È REPRESSIONE CILENA, questo è una INTOLLERABILE PROVOCAZIONE"



Testimonianza di Mario per Torino e Cintura

ECCO COME T'INVENTO I VIOLENTI

Stasera verso le 19.00 c'erano già parcheggiati in via Nizza una decina di cellulari:

Aspettavano i treni di ritorno dalla manifestazione No Tav in Valle.

Il treno stracarico, in arrivo da Susa a Porta Nuova alle 19.15, ha visto un'aggressione degli sbirri a chi scendeva.

Non è vero che chiedevano i biglietti a chi proseguiva: aspettavano chi scendeva dalla Valle.

Infatti anche i No Tav torinesi sono stati aggrediti e picchiati ?

7 punti a Luigi ?

Il treno successivo in arrivo alle 20.15 non è mai arrivato: è stato bloccato a Collegno per impedire che i manifestanti rinforzassero i bloccati a Porta Nuova del treno precedente.

Ed ecco finalmente il sistema funzionare a meraviglia.

Si ferma anche la metropolitana che potrebbe condurre i manifestanti scaricati a Collegno, a Porta Nuova.

Chi vuole tornare in centro deve prendere il bus n. 33, mettendoci almeno un'ora.

Verso le 21 gli sbirri escono dalla stazione, sebbene notizie false parlassero di nuovi arrivi di truppe, creando lo scompiglio fra quelli che aspettavano ancora il treno.

È evidente l'intenzione di criminalizzare una manifestazione che ha visto un'adesione altissima, nonostante i tentativi di divisione portati avanti con invadenza dai media, dalla politica, dalla magistratura e dalle forze del disordine.

Qualche genio ha pensato di creare il pretesto da dare in pasto ai media per sputtanare i No Tav. Stavolta non sono più le scritte sui muri o le contestazioni al procuratore Caselli, che non può più presentare serenamente i suoi parti letterari: t'inventiamo l'incidente.

E' un vecchio trucco da sempre usato dalle forze del disordine, che piace tanto alla busiarda, alla gazzetta governativa che si chiama Repubblica e all'infausto Tg3 regionale che ha per emblema Gianfranco Bianco. Prepariamoci alle testate dei giornalacci.

http://tuttosquat.net/news/ecco-come-tinvento-i-violenti

http://www.inventati.org/fenix/db_news/dettaglio_news.php?nId=1388



RASSEGNA STAMPA

23 febbr 2012 Stampa : Fassino attenti ai No Tav tra i pacifisti ci sono eversori

Da tempo i No Tav imbrattano i muri con minacce contro Caselli

Il sindaco: «Non sottovalutare le minacce a Caselli: anni fa cominiciò così»

torino

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/politica/articolo/lstp/443683/



23 febbr 12 Repubblica Manganelli: "Val Susa ora attenti agli espropri"

Il capo della polizia alla Camera: "Siamo alla vigilia delle prime azioni davvero invasive, andremo a togliere i terreni e crescerà il dissenso. Non siamo per nulla soddisfatti di come sono andate finora le cose, non ha funzionato la prevenzione"

di FEDERICA CRAVERO

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/02/23/news/manganelli_val_susa_ora_attenti_agli_espropri-30351692/



23 febbraio 2012 Stampa Audizione del capo della polizia in parlamento. nel mirino degli investigatori la val di susa diventata habitat naturale dei neoterroristi "

Anche gli idranti per fermare i black bloc"

Manganelli lancia l`allarme sugli anarco-insurrezionalisti: "Sono pronti a uccidere"

FRANCESCO GRIGNETTI ROMA

http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=79194705

25 febbr 12 Stampa :

“Migliaia alla manifestazione No Tav
"No all'allargamento del cantiere"
In serata è tensione a Porta Nuova

Al corteo in marcia da Bussoleno a Susa i sindaci della Comunità montana e i partiti della sinistra: «Diciamo no a un'opera inutile»

maurizio tropeano e andrea rossi inviati a bussoleno

La stima degli organizzatori, 75 mila partecipanti, è forse un po’ troppo generosa, mentre quella Questura di Torino, che parla di poco più di 12 mila persone, forse tende all’avarizia. Ma oggi, in Valle di Susa, è certo che molte migliaia di persone hanno dato vita e forma al popolo No Tav che ha sfilato - in modo pacifico - da Bussoleno a Susa. Gli unici momenti di tensione si sono registrati in serata, nella stazione di Porta Nuova, a Torino, al momento della partenza di un folto gruppo di antagonisti (circa 300) per Milano

LA GIORNATA IN DIRETTA…”
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/443999/



25 febbr 12 Repubblica :

“No Tav 20 mila in marcia senza violenze ma in serata scontri a Porta Nuova

Il "serpentone" sfila pacificamente da Bussoleno a Susa con lo slogan: "La Valsusa non s'arresta". Il leader Perino rilancia: "Lunedì tutti sui nostri terreni per lottare contro gli espropri". Ma la giornata finisce con la tensione in stazione tra 300 manifestanti e la polizia: volano petardi e pietre, gli agenti caricano. Un poliziotto ferito a un occhio

di OTTAVIA GIUSTETTI e LUCA RASTELLO

È stata una marcia pacifica e colorata che da Bussoleno a Susa ha scandito gli slogan del movimento No Tav in un unico serpentone di oltre ventimila persone. Ma la giornata di protesta è terminata all'insegna della tensione. La stazione di Porta Nuova, nel centro di Torino, è stata infatti teatro di scontri tra i manifestanti di ritorno dalla Valsusa e la polizia…”
http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/02/25/news/tutto_pronto_per_il_corteo_no_tav_gi_centinaia_di_persone_a_bussoleno-30484477/?ref=HREC1-3



25 febbraio 12 ANSA :

“Popolo no tav sfila e prepara lotta contro espropri

Decine di migliaia in corteo in Valle Susa da tutta Italia

di Mauro Barletta e Davide Petrizzelli

La stima degli organizzatori, 75 mila partecipanti, e' forse un po' troppo generosa, mentre quella Questura di Torino, che parla di poco piu' di 12 mila persone, forse tende all'avarizia. Ma oggi, in Valle di Susa, e' certo che molte migliaia di persone hanno dato vita e forma al popolo No Tav che ha sfilato - in modo pacifico - da Bussoleno a Susa.

Gli unici momenti di tensione si sono registrati in serata, nella stazione di Porta Nuova, a Torino, al momento della partenza di un folto gruppo di antagonisti (circa 300) per Milano. I manifestanti hanno lanciato pietre e petardi contro le forze dell'ordine. Un agente di polizia e' rimasto ferito ad un occhio e l'ambulanza del servizio 118 che e giunta sul posto e' stata costretta ad allontanarsi perche' bersagliata da una sassaiola.

L'agente ferito e' stato poi portato via da un mezzo della polizia.

I No Tav affermano che si e' trattato di ''una carica a freddo'' scattata mentre si controllava il possesso dei biglietti del treno….”

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2012/02/25/visualizza_new.html_104202615.html

FOTO http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/primopiano/2012/02/25/visualizza_new.html_104285358.html



25 febbr 12 FQ :

“Da Bussoleno a Susa la marcia dei No Tav Caselli: “Mi auguro manifestazione pacifica”

Maxi corteo pacifico lungo gli 8 chilometri che separano le due cittadine della Valsusa. Preoccupazione per gli espropri dei terreni che dovrebbero partire la prossima settimana. Perino: "Ci aspettiamo un blitz tra il 27 e il 28 febbraio".

E chiama tutti alla lotta: "Venite in valle ad aiutarci"

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/25/bussoleno-susa-marcia-caselli-auguro-manifestazione-pacifica/193775/



25 febbr 12 CDS :

“La marcia dei No Tav. Perino: «Martedì iniziano gli espropri, resisteremo»

Il corteo in Val Susa. Gli organizzatori: «siamo in 75 mila». Il sostegno di Landini della Fiom. Tafferugli a Porta Nuova

La marcia dei No Tav. Perino: «Martedì iniziano gli espropri, resisteremo»

Il corteo in Val Susa. Gli organizzatori: «siamo in 75 mila». Il sostegno di Landini della Fiom. Tafferugli a Porta Nuova

Musica, trampolieri, trattori e anche un carro allegorico con una piovra dai cui tentacoli sventolano banchieri e politici di gommapiuma. Giornata di sole per il corteo dei No Tav, partito da Bussoleno alle 13.40, è arrivato a Susa, dopo aver sfilato per otto chilometri ribadendo il su no all'alta velocità. ..”
http://www.corriere.it/cronache/12_febbraio_25/corteo-no-tav_050fa3ac-5fc7-11e1-bae2-adaf00d4a3f2.shtml



25 febbr 12 Repubblica :

“Contro gli espropri barricate di carta

Il capo della polizia ha annunciato nei giorni scorsi una nuova fase al cantiere e il movimento si prepara per lunedì notte: "I terreni sono nostri - dice Perino - abbiamo presentato una diffida". Le nuove recinzioni rinforzate sono già arrivate, Parte un esposto pure alla Corte dei Conti

di MARIACHIARA GIACOSA

Ancora prima che cali il sipario sulla manifestazione di oggi, i No Tav accendono i riflettori su Chiomonte. "Sappiamo che da lunedì notte le forze dell'ordine allagheranno il cantiere - ha detto ieri il leader del Movimento, Alberto Perino - li diffidiamo fin d'ora perché quei terreni sono nostri". E legge la raccomandata inviata ieri mattina al prefetto, al questore e a Ltf firmata dai proprietari. Al cantiere già da qualche giorno sono arrivati filo spinato, pali, new jersey e blocchi di recinzioni rinforzate. "Almeno 500 metri - ha spiegato Perino - e faranno come hanno fatto per lo sgombero del 27 giugno. All'ultimo minuto arriveranno le ordinanze ai sindaci con la presa di possesso dei terreni per motivi di ordini pubblico".
Come ha annunciato il capo della polizia, Antonio Manganelli, alcuni giorni fa, e come conferma Perino, il prossimo passo saranno gli espropri. "Misure invasive" le ha chiamate Manganelli.

Il Movimento non ha ancora deciso la strategia: potrebbero ignorare l'allargamento, oppure aumentare il presidio alla baita Clarea e tenersi pronti alla grande adunata per occupare i terreni non appena dovesse scattare l'allarme.
E' già certo che anche su nuove eventuali ordinanze scatteranno i ricorsi.

Sette quelli già presentati a cui si è aggiunto quello del Movimento 5 stelle che ha fatto ricorso al Tar, unendosi alla comunità montana, contro la prefettura, Ltf, Regione Piemonte e Comune di Chiomonte: "Abbiamo chiesto di vedere i progetti, ma ci è stato negato ed è contro la legge sulla trasparenza e le normative Ue".
E in Europa potrebbero approdare i ricorsi sugli arresti del 26 gennaio. "Contro alcuni sono state forme di vendetta per le cose hanno scritto", ha tuonato Perino in riferimento all'arresto di Tobia Imperato, autore del libro "Le scarpe dei suicidi". "Stiamo lavorando per presentare ricorso alla Corte europea di giustizia" ha detto.

Di ieri è anche un esposto alla Corte dei Conti, presentato da Pro Natura, contro l'accordo internazionale che secondo i No Tav procura un danno alle casse dello Stato. "L'Italia paga il 59,7 per cento di un'opera che è solo per il 33 per cento in Italia".

Barricate di carta contro la Tav che riguardano anche il codice antimafia.

"Il codice unico di progetto del tunnel della Maddalena è identico a quello di una tratta della Milano-Verona - hanno spiegato gli avvocati - dovrebbe essere una cosa seria perché serve a tracciare i pagamenti".

"E invece anche su questo hanno fatto una porcata", ha concluso Perino.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/02/25/news/contro_gli_espropri_barricate_di_carta-30476440/



26 febbr 2012 Stampa :

“Scontri a Porta Nuova Ferito un poliziotto

I manifestanti volevano partire senza biglietto. Colpita anche una No Tav

antonella mariotti torino

….«Avevamo avviato una trattativa, ma non capisco perché a un certo punto tutto è degenerato». Pinuccia ha 55 anni, ieri sera si teneva un sacchetto di ghiaccio sintetico sull’orecchio. «Non so perché è successo tutto questo, proprio non lo so. Stavamo parlando, anche questa mattina abbiamo fatto la stessa cosa, ci siamo messi d’accordo. Adesso invece a un certo punto mi hanno colpito da dietro, mi sono girata e ho visto la carica dei poliziotti».

Ieri sera mentre i poliziotti cercavano di bloccare chi saliva sul treno, qualcuno dei ragazzi ha preso del pietrisco in mezzo ai binari e ha iniziato a lanciarlo.

Da lì la tensione e gli scontri. Poi un altro momento difficile è stato quando un paio di ragazzi non hanno voluto dare i documenti, spintoni, urla. E quel ragazzo che si è messo a leggere a voce alta la Costituzione….”
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/444047/



ALTRI AGGIORNAMENTI

22 febbraio 12 La 7 Gli Intoccabili

http://www.veoh.com/watch/v28515782nmTzwkdG

Su "la 7"nel programma "gli intoccabili" si è parlato di corruzione nelle varie sue ramificazioni e di come a volte la magistratura è al servizio della politica anche per mettere in difficoltà gli avversari.

Su questo argomento era ospite nello studio il procuratore di Roma Capaldo il quale spiega chiaramente il concetto che viene citato in questa frase da Mario:

“La fa di fatto, con la sua Procura, e dunque non si stupisca che, anche chi la fa in altri modi, come noi, magari per far sopravvivere la propria terra o la propria casa, la veda poi come l’Esposito di turno, in balia del sistema, anche lei schierato in qualche modo con i poteri forti e con le lobby di uno stato, che in questo caso, ha nulla a che vedere con il bene pubblico, con la democrazia, con un paese sano e civile. In qualche modo anche lei, come una marionetta in mano ai poteri SI TAV”.



MOLTO INTERESSANTE

24 febbraio 12 CONFERENZA STAMPA "AGGIORNAMENTI LEGALI SUL FRONTE TAV"
VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=3bXUq2qm6VQ&feature=youtu.be

Bono: il MoVimento 5 stelle è convintamente No Tav, per via della dovizia di prove tecniche che ne dimostrano l'inutilità, e per questo il nostro gruppo consiliare è da sempre impegnato a sostegno. Come amministratori, legislatori e pubblici ufficiali vigiliamo affinchè i lavori e le pratiche riguardanti il TAV Torino-Lyon proseguano nella legittimità e legalità. Spesso purtroppo non è stato così.

Prima c'è stata la devastazione della nostra roulotte adibita a sede distaccata dell'ufficio del moVimento 5 stelle per cui abbiamo prodotto una denuncia contro ignoti. Peccato che dopo lo sgombero dell'area del piazzale della maddalena di Chiomonte ci fossero solo più le forze dell'ordine e i lavoratori delle due ditte che hanno posato il recinto del non-cantiere.

Abbiamo fatto richiesta di accesso agli atti più volte con l'Assessorato ai Trasporti e quindi a LTF per documenti che o ci sono stati negati o ci sono stati dati in modo incompleto tra i quali le modalità di attribuzione dei lavori alla CMC ed una copia del progetto esecutivo del quale ci hanno negato l'esistenza.
Sull'ordinanza di sgombero prefettizia crediamo ci siano delle palesi irregolarità: sull'emergenzialità che non può essere correlata ad un'opera di cui manca il progetto esecutivo e sulla durata della stessa che con 6 successive proroghe ormai perdurerebbe dal 22.06.2011 al 31.03.2012. Per questo abbiamo deciso di intervenire ad adiuvandum al ricorso al TAR iniziato dalla Comunità Montana Valsusa-Valsangone, patrocinata dagli avv.ti Vincenzo Enrichens e Domenico Fragapane.
Avv. Enrichens: il progetto preliminare di quest'opera non esiste; c'è stato subito il progetto definitivo su cui però il Cipe ha prodotto 138 prescrizioni che dovrebbero essere recepite dal progetto esecutivo che però manca. Se manca la conoscenza degli atti, c'è lesione dei principi fondamentali della Costituzione e dell'Europa

Avv. Bertone: i consiglieri regionali hanno fatto richiesta di accesso agli atti a LTF ed è stato risposto loro che non avevano uno specifico interesse regionale. Per questo faremo ricorso al TAR. Ai cittadini che hanno fatto richiesta, è stato risposto che Ltf è una SpA di diritto privato francese e non deve rispondere in Italia: peccato che al TAR abbiano risposto che è un assurdo visto che è metà italiana e metà francese e dovrebbe costruire un'opera di interesse pubblico in territorio italiano.

Alberto Veggio: Ricordando che l'intera linea si suddivide in tre parti di cui due in territorio ed a carico delle due nazioni interessate ed una terza definita come internazionale i cui costi vengono ripartiti in base ad accordi specifici tra le nazioni diminuiti di un eventuale intervento della comunità europea. Il Nuovo accordo italo-francese prevede circa 33 km di tratta mista su cui l'Italia dovrebbe pagare il 59,7% pur insistendo per solo un 33% in suolo italiano. Ecco perchè come cittadino, insieme a Pro Natura Piemonte abbiamo presentato esposto alla Corte dei Conti in quanto riteniamo esista un ingente danno erariale a danno delle casse dello stato Italiano in quanto la spesa per le nostre risulterebbe maggiorata di circa 2 miliardi di euro rispetto alle percentuali percorse nei rispettivi territori nazionali
Alberto Perino: per via dell'affidamento senza gara a CMC dei lavori del cunicolo esplorativo a Chiomonte, stiamo già pagando una multa europea. Alcuni europarlamentari rimarcheranno la questione al Parlamento Europeo. Sappiamo che lunedì notte vorrebbero prendere i terreni sito del cantiere senza espropri, "manu militari", tramite una nuova ordinanza prefettizia, per motivi di ordine pubblico.

Come dice il Procuratore Caselli: la legge non è un paio di ciabatte che ora metti e poi togli. La legge deve essere uguale per tutti, anche per le istituzioni. Ormai più di due anni fa sono stati bruciati, con un attentato di stampo mafioso i presidi di Bruzolo e Borgone, inoltre questa estate un camper, parcheggiato all'interno dell'area di pertinenza delle forze dell'ordine è stato distrutto dalle fiamme.

Di questi reati non si è saputo nulla nonostante siano state fatte le debite denunce, invece la baita abusiva a Chiomonte è stata sequestrata in 5 giorni. Per quanto riguarda gli arresti spettacolari di notte: Tobia Imperato per avere tenuto per un braccio un carabiniere, ora è ai domiciliari e non può comunicare con nessuno.

Questa è tortura e andremo alla Corte di Giustizia Europea.

E sapete perchè? Perchè con il suo libro "Le scarpe dei suicidi" ha denunciato le forze dell'ordine e la procura torinese. Con l'ultima ordinanza prefettizia le aree del museo e dintorni sono state liberate, perchè i poliziotti continuano ad occuparle nonostante non facciano neanche parte dell'area di interesse strategico-nazionale che coincide con l'area del cantiere?
E in ultimo: sapete cos'è il CUP? Il Codice Unico di Progetto e serve per la tracciabilità dei documenti e dei pagamenti. Il CUP del cantiere di Chiomonte è lo stesso di quello della linea alta velocità Milano-Verona. ma questa è serietà? Scrivete questo.



INIZIATIVE DEI PROSSIMI GIORNI

TUTTI I LUNEDI’, MARTEDI’ e MERCOLEDI’ al Centro per l’Impiego, via Bologna 153 Torino si e al MERCOLEDI’in via Castelgomberto 75 continua la RACCOLTA FIRME PER L’APPELLO PER UN REDDITO MINIMO VITALE:

“Noi disoccupati/e, precari/e, lavoratori/trici in mobilità e in CIG,

viste le previsioni economiche in cui si prospetta un peggioramento dell’occupazione, in particolare nella nostra regione (con tasso di disoccupazione più alto delle regioni del nord),

vista la quasi impossibilità a conseguire un reddito che permetta di vivere oltre la soglia di povertà nei prossimi mesi e anni,

viste le condizioni di precarietà dei contratti atipici e della diffusione del lavoro nero in Italia,

visto l’inefficacia sul piano occupazionale del “piano Regionale per l’occupazione” dove su circa 400 milioni disposti oltre il 95% dei fondi vanno alle imprese e solo il 5% al sostegno del reddito dei disoccupati.

Chiediamo che vengano disposti fondi sufficienti a garantire un reddito minimo vitale a tutti i disoccupati senza distinzione e discriminazione del periodo pregresso di attività lavorativa, della nazionalità”

Sportello sindacale per il reddito-salario garantito Corso Brescia 22 - Torino

redditodisoccupati.torino@gmail.com

Apertura per informazioni e vertenze: Lunedì–martedì-giovedì ore 17-20

Riunioni : venerdì ore 18-20

GRUPPO FACEBOOK : http://www.facebook.com/groups/331519166870263/



TUTTI I MARTEDÌ DALLE 17 ALLE 20.30 in C.So Brescia, 22 A Torino è aperto LO SPORTELLO METROPOLITANO (Lavoro-Precarietà-Disoccupazione-Casa)
Le trasformazioni socio-produttive della metropoli torinese
VEDI: http://www.conflittimetropolitani.org/approfondimenti/conflitti-precari/sportello-metropolitano/59-presentazione-sportello-metropolitano.html

LUNEDI' 27 FEBBRAIO ORE 21 in Via San Giacomo 30 a Beinasco

RIUNIONE COORDINAMENTO RIFIUTI ZERO



Altre iniziative su :

http://piemonte.indymedia.org/events

http://www.lacaverna.it/mysql/attuale.php

Per aggiornamenti e documentazione NOTAV andare sui siti :

www.notav.info - www.notav.eu - www.notav-valsangone.eu- www.notavtorino.org -http://www.spintadalbass.org/index.htm/ - www.ambientevalsusa.it - www.lavallecheresiste.blogspot.com

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files su :

www.mavericknews.wordpress.com .

Il giornale dei macchinisti delle ferrovia stampato a Milano, riporta notizie su NO TAV Val di Susa, info contro il partito trasversale degli affari e altre su http://www.latalpadimilano.it/,

11 commenti:

Ambra ha detto...

Una dolorosa storia senza fine questa della TAV. Speriamo che Luca riesca a riprendersi, perché muovere le gambe non basta.
Ma finiranno mai queste aggressioni indegne e immotivate?

Adriano Maini ha detto...

La TAV é un colossale spreco di denaro, ma occorre prendere atto, al di là di tante considerazioni sulle forme di lotta, che porterebbero a dover meditare su momenti storici che non si conoscono più, che l'opinione pubblica é indifferente. Dirà la storia, a questo punto.

Adriano Maini ha detto...

La TAV é un colossale spreco di denaro, ma occorre prendere atto, al di là di tante considerazioni sulle forme di lotta, che porterebbero a dover meditare su momenti storici che non si conoscono più, che l'opinione pubblica é indifferente. Dirà la storia, a questo punto.

Pupottina ha detto...

una storia dolorosa.... piena di aggiornamenti ... speriamo che si trovi la soluzione

Pupottina ha detto...

* riri
beati voi che avete la primavera! se nel weekend sembrava arrivata anche da noi, oggi un vento gelido siberiano si è abbattuto dalle mie parti già a partire dalla notte scorsa e batteva contro gli infissi, rovesciava i vasi con le piante, un disastro da pulire ... però appena sarà cessato ... ;-)

Luigina ha detto...

Una storia triste, senza fine. Vorrei poter essere con i fratelli della Val di Susa. Prego perché si possa trovare una soluzione dignitosa per tutti e trionfi il buon senso e il rispetto dei diritti di chi vive in quel territorio e per Luca, perché il suo infortunio non abbia conseguenze gravi

Gabry ha detto...

Sembra essere una storia senza fine... speriamo che il buonsenso faccia da guida in questa triste storia.

Pupottina ha detto...

ciao Riri
buongiorno!
sì, che ho sentito della costa allegra (che ora non lo è più tanto sia la costa sia la nave che si chiama allegra)
immagina lo spavento di quelli che erano a bordo della nave e che tra l'altro sono ancora lì sopra. poveretti ci dovranno rimanere fino a domani alle 15, quando raggiungeranno il port opiù vicino ... non avevo mai sentito che anche le navi andassero agganciate e rimorchiate ... non mi ero mai posta il problema.... e dire che di crociere ne ho fatte più di una... ma adesso se ci penso ho già gl incubi... non credo riuscirei ad essere ancora tranquilla a bordo di una nave...

rosy ha detto...

Il buon senso si è smarrito da molto tempo.


Un caro abbraccio a te Nicola

Pupottina ha detto...

buona giornata soleggiata e non tanto freddina ;-)
belle le foto del carnevale. così emozionanti che sembrava di esserci

^______^ per mia sfortuna non ho mai visto dal vivo il carnevale di Venezia e si intuisce che è stupendo.

Pietro ha detto...

Davvero una storia infinita, un immenso spreco di denaro, la deturpazione di una bellissima Valle antica, artistica, preziosa, senza tenere minimamente conto della vita e dell'opinione importante dei suoi abitanti.
Buon lunedì sera, Nicola :-)